Le pagelle di Lazio-Palermo: Milinkovic si diverte, disastro Sunjic

Le pagelle di Lazio-Palermo: Milinkovic si diverte, disastro SunjicMilinkovic Savic (lapresse) LAZIO
STRAKOSHA 5.5
L’insufficienza nasce dal pasticcio del secondo gol subito: frittata combinata da lui e Hoedt. Domenica strana, con mezzo tiro e due reti incassate.
WALLACE 6.5 Sempre sicuro, ma gli attaccanti del Palermo sono già in ferie.
DE VRIJ 6.5 Giornata da ricordare perché uno stopper che confeziona due assist (per il primo gol di Immobile e per il primo di Keita) è una rarità. Non arriva al 7 perché sbaglia in occasione della prima rete di Rispoli.
HOEDT 5 Il voto punisce l’imperdonabile errore di deconcentrazione nel molle passaggio indietro a Strakosha: così Rispoli può segnare il suo secondo gol.
FELIPE ANDERSON 6 Copre tutta la fascia destra, il pubblico lo applaude per un recupero difensivo che lo scorso anno non avrebbe neanche provato, ma il contributo offensivo è solo in un paio di delizie in fase di rifinitura.
PAROLO 6 Pomeriggio di relax in attesa del derby. Diffidato, giustamente Inzaghi lo risparmia nella ripresa. Dal 1′ st Lukaku 6: a risultato acquisito, fa il compitino sulla fascia sinistra e non è colpa sua se il dirimpettaio Rispoli va due volte a segno.
BIGLIA 6.5 Interpreta bene la partita, cioè non sottovaluta l’avversario e vince tutti i contrasti. Dal suo piede (corner) nasce il primo gol.
MILINKOVIC 6.5 Subito l’assist per il secondo centro di Immobile, poi si dedica a divertire il pubblico con squisitezze tecniche assortite. Assurda però l’ammonizione rimediata per una simulazione (o presunta tale). Dal 25′ st Crecco 7: il primo gol in Serie A è un gioiello di opportunismo e riflessi pronti.
LULIC 6.5 Per lui il Palermo vale la Juve, nel senso che l’impegno è totale. Primo tempo da laterale sinistro, ripresa da mediano accanto a Biglia: un jolly sempre prezioso.
IMMOBILE 7.5 Due gol nell’arco di 92 secondi e il suo record stagionale (23) eguagliato: solito Ciro implacabile e imprescindibile per la Lazio.
KEITA 8 Bussa tre volte in 5 minuti, mostrando un repertorio completo: tiro secco dopo dribbling, rigore, colpo sotto. Prima tripletta in carriera, esce tra gli applausi. Dal 38′ st Lombardi 6: il tempo di festeggiare il gol del suo amico Crecco.
 
PALERMO
POSAVEC 5
Non ha responsabilità clamorose sui gol, ma non sembra mai particolarmente reattivo: il rigore, per dirne una, era parabile.
SUNJIC 4 Imprendibile Keita per lui: prestazione disastrosa.
GONZALEZ 4 Preso in mezzo dalla coppia Immobile-Keita, non riesce ad arginare né l’uno né l’altro.
GOLDANIGA 4.5 Anche lui coinvolto nell’orribile primo tempo della difesa rosanero.
RISPOLI 6.5 C’è poco da esultare, certo, ma segnare due gol all’Olimpico è sempre una cosa da ricordare. Opportunista nella prima azione, furbo e fortunato nella seconda.
GAZZI 5 Cerca di tamponare qualche falla nel centrocampo che affonda, non ci riesce.
JAJALO 5 Travolto nel primo tempo, ma come tutta la squadra. Un po’ meglio nella ripresa. Dal 21′ st Chochev 6: entra quando la Lazio ormai gestisce solo il risultato.
MORGANELLA 5 Qualche buon recupero su Anderson, ma anche il fallo da rigore su Keita: intervento fuori tempo.
SALLAI 4 Paga il giovane ungherese, in confusione, ma Bortoluzzi dopo un quarto d’ora avrebbe dovuto sostituirli tutti. Dal 25′ pt Bruno Enrique 5.5: cerca di applicarsi in copertura.
LO FASO 5 Per il 19enne attaccante siciliano non è la giornata giusta per mostrare il suo talento. Dal 29′ st Trajkovski sv.
NESTOROVSKI 5 Dominato da de Vrij, non gli arriva neanche un pallone giocabile: giornata da archiviare in fretta.
 
ARBITRO FABBRI 6 In una partita decisa dopo pochi minuti, esagerata l’ammonizione a Milinkovic per una dubbia simulazione.
ss lazio

Palermo calcio
serie A
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti