Pirlo: “Studierò per diventare allenatore”

Andrea Pirlo, centrocampista dei New York City

L’ex centrocampista di Juve, Milan e Inter ha parlato del suo futuro: “Appena tornerò in Italia studierò per diventare allenatore, perchè non si sa mai”. Su De Rossi: “È ancora giovane, può ancora giocare in un campionato europeo”

Andrea Pirlo guarda avanti, al suo futuro: “Studierò per diventare allenatore”. L’ex centrocampista di Inter, Milan e Juventus, oggi in MLS ai New York City, ha le idee chiare su ciò che farà quando sarà ora di smettere di giocare: “Mi sto concentrando e sto cercando di finire bene, appena ci sarà l’occasione di tornare in Italia studierò per diventare allenatore, perché non si sa mai”, ha detto in un’intervista a La Partita Perfetta. Pirlo ha anche analizzato il presente di una Serie A che vede ancora la Juve in testa: “È la squadra più forte, poi ci sono Napoli e Roma a competere per il secondo posto. Da qui riesco a seguire più partite possibili. Cosa mi manca di più? L’emozione della Champions e le partite importanti, come Juventus-Barcellona e Juventus-Monaco”.

Come fece Pirlo al termine della sua avventura al Milan, cambiare squadra potrebbe essere per Daniele De Rossi un modo per ripartire, dopo tanti anni in giallorosso: “Gli consiglierei di cambiare aria. È giovane, può ancora fare un campionato in Europa. USA? Secondo me è ancora presto per lui per venire qui. Può ancora giocare ad alti livelli”. Restando in tema Roma, Pirlo ha detto la sua sul possibile addio di Francesco Totti: “Dipenderà molto da lui: se ha ancora entusiasmo è giusto che giochi ancora. Prima o poi anch’io penserò al ritiro, è impossibile giocare sempre. Quando non fai più parte dei numeri uno pensi a fare qualcos’altro, è naturale”. Su Inter e Milan, invece: “Mi spiace vederle così, è un momento delicato per entrambe e credo che quanto prima si riprenderanno”. In chiusura una battuta sulla Nazionale: “Se la sto seguendo? In realtà poco, perché in quegli orari ho sempre giocato. Però ho letto molto in merito e ci sono alcuni giovani interessanti che di sicuro cresceranno bene”.

Fonte: SkySport

Commenti