Inter, Pioli potrebbe restare

Stefano Pioli, allenatore dell’Inter (fonte Getty)

Un’altra sconfitta contro il Napoli, che però non allontana definitivamente l’obiettivo europeo. Il ko della Fiorentina contro il Palermo ed il pareggio del Milan a Crotone, mantengono l’Inter ancora in corsa per l’Europa League. Ma con appena quattro partite ancora da giocare, i nerazzurri certamente dovranno dare una svolta al proprio campionato già dalla prossima sfida contro il Genoa. In casa Inter, però, si guarda già al futuro, tra scelte per la panchina e di mercato. Questione allenatore: in caso di Europa, considerata anche la possibile assenza di alternative valide, Stefano Pioli avrebbe buone possibilità di restare, per giocarsi una chance anche partendo da inizio stagione. Poi ci sarà il mercato, con almeno quattro o cinque acquisti che arriveranno per rinforzare la rosa.

Strategie di mercato

L’obiettivo della società sarebbe quello di arricchire la squadra con due difensori, un centrocampista ed uno o due attaccanti. Il tutto, ovviamente, considerando anche le eventuali cessioni e le disponibilità economiche che verranno investite. Ci saranno nuovi arrivi sì, ma qualcuno andrà via. Ormai certa la cessione di Marcelo Brozovic, anche Banega ed Eder potrebbero andar via: la società valuterà le offerte riguardanti questi due calciatori. Per quanto riguarda Perisic, invece, l’intenzione è quella di tenerlo, servirà una proposta da 50 milioni per convincere la società a cederlo. Tra acquisti e cessioni, però, l’obiettivo sarà quello di costruire una squadra che punti per il prossimo anno al quarto posto, che dal 2017/2018 varrà l’accesso diretto alla fase a gironi di Champions League. Se i risultati di questa stagione sono stati valutati con un margine di benevolenza considerate le tante difficoltà di partenza, l’anno prossimo non si può più sbagliare. Ecco perché l’Inter sta già preparando la strategia di mercato.  

Novità in società

Allenatore e calciatori, ma non solo. L’Inter sta anche riorganizzando l’assetto a livello societario, soprattutto riguardo la parte dell’area tecnica. Il direttore sportivo Piero Ausilio ha rinnovato fino al 2020 ed ora sta riorganizzando la sua squadra. Che, salvo sorprese, dovrebbe essere già delineata. Dario Baccin avrà il ruolo di nuovo capo degli osservatori mentre Gabriele Oriali sta per tornare, nelle vesti di uomo di raccordo tra la società e i giocatori. Insomma, una new entry per arricchire il gruppo dirigenziale con una figura carismatica, un vero punto di riferimento per la società stessa e per i calciatori. Perché le manovre dell’Inter per il futuro riguardano la squadra ma anche l’organizzazione generale. 

Fonte: SkySport

Commenti