Monaco-Juventus, le probabili formazioni

Vietato sottovalutare il Monaco. E’ questa la parola d’ordine a Vinovo alla vigilia della sfida contro la squadra di jardim, semifinale d’andtaa di una Champions che i bianconeri vogliono a tutti i costi riportare a Torino. Lo ha detto proprio oggi Chiellini all’Equipe, lo hanno ripetutto più volte nei giorni scorsi tutti gli juventini a cominciare da Allegri, che ha richiamato i giocatori alla massima concentrazione. 

Qui Juventus 

E allora allo stadio Luis II andrà ovviamente in campo la miglior formazione possibile, ovvero quel 4-2-3-1 che da oltre tre mesi sta facendo la differenza sia in Italia che in Europa. Allegri lo ha provato anche oggi nell’allenamento di rifinitura a Vinovo dove la squadra era presente al gran completo ad eccezione di Rugani, out per una infrazione al perone, e del lungodegente Pjaca. Unica variazione rispetto alla doppia sfida contro il Barcellona Allegri sarà costretto a proporla in mezzo al campo, dove Khedira è squalificato e verrà rimpiazzato dal dodicesimo uomo di Allegri, ovvero quel Marchisio costretto in diverse occasioni a sedersi in panchina. Al suo fianco ovviamente Pjanic, in avanti il poker d’assi che l’allenatore bianconero cala oramai puntualmente in ogni partita: Cuadrado a destra, Mandzukic a sinistra, Dybala alle spalle di Higuain. I terzini saranno brasiliani, Dani Alves e Alex Sandro, i centrali Bonucci e Chiellini. Dietro a loro, a difendere i pali, quel monumeto di Gigi Buffon al quale manca solo la coppa dalle grandi orecchie per completare un palmares che in pochi possono vantare. 

La squadra bianconera partirà dall’aeroporto di Caselle attorno alle ore 15.00 e dopo una mezzora atterrerà a Nizza da dove raggiungerà Montecarlo in pullman. Alle 18.10, poi, sopralluogo dello stadio e quindi conferenza stampa di Allegri e Buffon alle 18.45, che potrete seguire ovviamente in diretta su Sky Sport 24 

Qui Monaco

Rispetto alla squadra che ha battuto il Tolosa, Jardim dovrebbe recuperare Bakayoko che ieri ha lavorato in gruppo con una maschera protettiva al naso dopo la botta presa da Glik nei giorni scorsi in allenamento. Sulla destra l’alternativa principale a Sidibè – fuori causa dopo l’appendicite di inizio aprile- sarebbe Touré, ma non è al meglio della condizione e per questo resta in ballottaggio con Raggi. Oggi le ultime conferme arriveranno dall’allenamento delle 16.30, dopo il quale l’allenatore francese parlerà in conferenza insieme al brasiliano Jemerson. 

Juventus, numeri da favorita

Rispettare il Monaco, ovviamente. Ma anche farsi forza delle proprie certezze. Come quelle che arrivano dai numeri di questa cavalcata in Cha,mpions League, che di fatto consegnano ad Allegri il ruolo della super favorita per raggiungere la finale di Cardiff. Prima fra tutte la madre delle statistiche bianconere, che i tifosi possono accogliere con tutti gli scongiuri del caso: ogni volta che la Juventus ha raggiunto la semifinale di Champions poi si è sempre qualificata per l’atto conclusivo della manifestazione.

Fino a qui la storia passata dell’Europa bianconera. Quella recente, invece, parla soprattutto di una difesa a dir poco impenetrabile: nessuna sconfitta in questa edizione, minor numero di reti subite (appena 2 in 10 partite) e striscia aperta di 531 minuti senza subire gol. Insomma, numeri da favorita.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 148 volte