Bollini: “Ultime speranze play-off, ci proviamo”

Alberto Bollini, allenatore della Salernitana (fonte lapresse)

Quattro punti dai play-off e tre gare ancora a disposizione. L’aritmetica non condanna ancora la Salernitana, che ha ancora qualche speranza di raggiungere la zona spareggi. E’ proprio questo il messaggio lanciato da Alberto Bollini alla vigilia della gara contro il Carpi.

“L’anno scorso in questo periodo stavo facendo un’esperienza importante all’Atalanta ed incontravo proprio il Carpi, che cercava di salvarsi in Serie A – ha dichiarato al canale ufficiale granata l’allenatore – Fece una media punti da salvezza, mantenendo poi in blocco la squadra e Castori. Quando fai questo è chiaro che punti alla Serie A. Il Carpi, come tutte le squadre, ha avuto grandi momenti ed altri di calo, ora è invece in ripresa. Puntano alla Serie A attraverso i play-off ma noi saremo un avversario scomodo. Non solo perché dobbiamo onorare la maglia ma anche perché abbiamo ancora qualche speranza e ci vogliamo provare fino in fondo”.

La Salernitana dovrà anche reagire dopo la brutta sconfitta interna contro il Frosinone: “Il risultato è stato assimilato con tanto dispiacere, soprattutto per il magnifico pubblico dell’Arechi – prosegue Bollini – Accettiamo il verdetto del campo, senza polemiche. Dobbiamo pensare al campo, alla sostanza e alle idee, migliorando le cose migliorabili perché abbiamo fatto tanti errori. Contro un avversario che, però, ha grandi qualità ed individualità, il più forte che si è presentato a Salerno nella mia gestione. La forza di uno sportivo e di un calciatore deve essere anche quella di riequilibrare le negatività, noi dobbiamo ripartire in vista di questa gara importantissima contro il Carpi”. Da lunedì a sabato, solo cinque giorni tra una partita e l’altra. C’è stato quindi poco tempo per preparare la sfida di domani: “Dovremo avere fortissime motivazioni, gestendo bene i recuperi. Anche dando un minutaggio congruo ai calciatori. E’ un momento particolare della stagione a livello fisico, anche mentale. Bisogna avere grande forza, serenità e, soltanto attraverso il gioco, si possono utilizzare al meglio queste energie. I pochi giorni non ti permettono di preparare la gara a seconda dell’avversario ma noi conosciamo la nostra filosofia e gli adattamenti tattici che la squadra può e deve avere”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 187 volte