Torino, Mihajlovic: “Juve? Non esistono squadre imbattibili”

Torino, Mihajlovic: "Juve? Non esistono squadre imbattibili"Sinisa Mihajlovic, tecnico del Torino. (ansa) Ieri le celebrazioni per il 68° anniversario della tragedia di Superga; domani sera il derby contro la Juve. Il mondo granata vive il momento chiave della stagione: “La Juve è fortissima e senza punti deboli e lo dicono i numeri. La loro difesa è la più forte del mondo, hanno un muro dietro e sarà un bel banco di prova per nostri attaccanti. Però non esistono squadre imbattibili, e questo vale anche per la Juve. Se poi perdiamo non è disonorevole; lo sarebbe se perdiamo senza lottare. Ma sono sicuro che ci proveremo fino all’ultimo”. A dare una carica in più al mondo granata c’è la giornata di ieri a Superga: “E’ stato molto emozionante, lassù tocchi con mano la passione e l’amore – aggiunge Miha -. Per la gente del Toro è una ricorrenza che rappresenta il passato e il presente, il corpo e l’anima, il sangue e i gesti eroici da onorare. Io non sono cresciuto nel Toro, ma ciò che successo ieri per me è stato un grande privilegio. Ecco perché noi domani sera dobbiamo onorare il passato e cercare di essere all’altezza”.

ITURBE FUORI – Che cosa servirà al Toro per vincere? “Per fare risultato abbiamo bisogno della partita perfetta, anche perché allo Stadium hanno perso tutti: dobbiamo essere bravi a sfruttare le poche occasioni che ci capiteranno; ma se giochiamo come sappiamo li possiamo mettere in difficoltà”. Il derby, però, non sarà la partita di Iturbe: “Il gol segnato alla Samp gli mancava da due anni, ne sono felice – spiega il tecnico serbo -. Però sta recuperando dall’infortunio di Cagliari, non è al cento per cento fisicamente e non è pronto per i novanta minuti: sarà una bella soluzione a partita in corso”. E Belotti? “Gli ho parlato in settimana perché l’ho visto ossessionato dal gol: più ci pensa meno gli arriva – risponde Mihajlovic -. Invece l’ho visto distratto e più egoista, mentre invece deve stare sereno: sta facendo una stagione straordinaria, tutti vogliamo che vinca la classifica dei bomber, ma la squadra viene prima del singolo”.

LO STRISCIONE – Intanto, nella notte è comparso uno striscione con la scritta “stalla” fuori dal cantiere del nuovo Filadelfia, lo stadio del Grande Torino che verrà inaugurato a fine mese dopo un importante intervento di ristrutturazione. Un episodio spiacevole che si va ad aggiungere agli insulti comparsi sui muri della strada che porta a Superga alla vigilia dell’anniversario della tragedia aerea in cui morì il Grande Torino.
 

calcio

torino
serie A
Protagonisti:
sinisa Mihajlovic

Fonte: Repubblica

Commenti