Allegri: “Dobbiamo festeggiare domani”

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus (foto @JuventusFC)

L’allenatore bianconero non ammette altri passi falsi: “Quella di domani è una finale, la partita più importante della stagione contro una squadra che attraversa un momento positivo. Ho avuto buone risposte dopo la vittoria in Coppa; calo fisiologico, pensiamo a vincere lo scudetto poi penseremo a Cardiff”

Dopo aver sollevato al cielo il primo trofeo della stagione, la Juventus vuole chiudere il discorso campionato. La gara in casa contro il Crotone può voler dire sesto scudetto consecutivo e dopo il passo falso di Roma i bianconeri cercano i tre punti. Archiviati i festeggiamenti dopo la finale di Coppa Italia la squadra prepara così il ritorno in campo. Alla vigilia dell’importante match Massimiliano Allegri ha presentato così la partita in conferenza stampa; queste le sue parole.

Su questo finale di stagione

“Speriamo di poter festeggiare, domani dobbiamo vincere e basta. Khedira è a disposizione ma non giocherà; verrà in panchina. Siamo usciti dalla Coppa Italia con un’ottima condizione mentale. Abbiamo ottenuto un risultato straordinario che ci ha dato forza. Come tutte le partite col Crotone sarà difficile ma i miei ragazzi sono presenti e a differenza del pre partita contro la Roma ho visto due buoni allenamenti. Roma a -1 stasera? Dobbiamo vincere e pensare a noi stessi contro un avversario che nelle ultime gare ha fatto bene subendo pochi gol e ha un trend molto positivo; dovremo vincere sì, ma per vincere dobbiamo fare tutte le cose con semplicità ma con cattiveria come fatto mercoledì a Roma e negli allenamenti”.

Sulle scelte di campo

Poi, sulla formazione: “Dybala sta bene ed è a disposizione, in difesa domani giocano Buffon, Dani Alves, Bonucci, Chiellini e Alex Sandro? Anche Marchisio sta bene, ha recuperato bene dopo mercoledì e sarà in campo, per quanto riguarda Rincon sono soddisfatto della sua crescita come di quella di tutti. Siamo in un momento bellissimo della stagione e abbiamo bisogno di tutti i tifosi dello Stadium. E’ la partita più importante del campionato. Dobbiamo vincere anche per chiudere i discorsi e concederci qualche giorni di riposo; è come una finale”.

“In questo momento dobbiamo prendere”

Ripercorrendo la stagione, l’allenatore ha aggiunto: “La squadra ha lavorato bene sin dall’inizio e tutti hanno sempre dimostrato carattere vincendo anche partite sporche, soffrendo. A metà stagione abbiamo cambiato e avuto buone risposte. E’ il momento in cui bisogna prendere. Pensiamo a vincere lo scudetto e a riposarci, poi penseremo a Cardiff, facciamo un passo alla volta vedendo cosa succede. Il calo nelle ultime partite? Può essere fisiologico, è successo a Bergamo e domenica, ci sta non vincere le partite che si meritano. Domenica la squadra ha giocato anche bene tecnicamente, ci è mandata un po’ di cattiveria e il secondo tempo è figlio del pirmo. Domani sarà una gara sulla falsa riga di quella di mercoledì”.

Fonte: SkySport

Commenti