A luglio gli azzurri tornano a Dimaro-Folgarida (con photogallery)

Non c’è la crisi del settimo anno così la Val di Sole ospiterà nuovamente a luglio il ritiro precampionato 2017 SSC Napoli per festeggiare uno tra i matrimoni più lunghi del Mondo del Calcio per quanto riguarda lo svolgimento della preparazione estiva in una località turistica: le date del ritiro sono quelle del 5-25 luglio in caso di terzo posto in Campionato e dell’8-27 luglio in caso di secondo posto finale. Domenica il responso.
A comunicare le modalità del settimo ritiro consecutivo sono stati Alessandro Formisano (Head of Operations SSC Napoli), Nicola Lombardo (responsabile comunicazione SSC Napoli), Luciano Rizzi e Fabio Sacco (presidente e direttore Apt Val di Sole) con Romedio Menghini (assessore Comune Dimaro-Folgarida). Attenzione e occhi puntato poi su Lorenzo Insigne e Raul Albiol che hanno elogiato il lavoro che annualmente si svolge in Val di Sole. “In Trentino siamo sempre stati benissimo – ha detto il folletto azzurro -, l’accoglienza è straordinaria e siamo felici di poter proseguire a Dimaro-Folgarida la nostra preparazione, puntando a obiettivi sempre più alti”. “In Val di Sole ci siamo sempre trovati come a casa – ha aggiunto lo spagnolo -. Siamo carichi e pronti a cominciare ancora li la nostra stagione per proseguire insieme a Dimaro il nostro percorso di crescita
Rizzi ha quindi ricordato il grande calore e la correttezza dei tifosi. “In sette anni non abbiamo mai avuto un solo problema con i tifosi nonostante le migliaia di presenze che annualmente registriamo a Dimaro, anche grazie alla formula del ritiro che si richiama alla tradizionale e non alla toccata e fuga di pochi giorni come spesso avviene oggi”. Formisano si è soffermato sulle attività di contorno. “A Dimaro-Folgarida ci sentiamo a casa – ha detto – e soprattutto in luoghi decisamente belli. Ciò che apprezziamo molto è poi la grande efficienza della macchina organizzativa, che rappresenta un valore aggiunto del ritiro. Anche quest’anno si sarà il Villaggio per i bambini, in versione ancora migliorata, la presentazione di una delle nuove maglie e un intenso programma di Piazza con gli artisti di made in Sud, con Gino Rivieccio e con il Dj Decibel Bellini”. Confermate le tre amichevoli, di cui certamente una a Trento.
Fabio Sacco ha presentato il nuovo video promozionale delle attività outdoor della Valle di Sole e Menghini l’evoluzione che il ritiro ha avuto in questi  anni e i rapporti di amicizia che sono nati tra Trentino e Napoli.
Tra i testimoni dei sette anni di ritiro vi è Christian Maggio alla cui longevità agonistica è bello pensare abbia contribuito anche la Val di Sole e il suo ambiente naturale rigenerante. E proprio il vicentino è stato testimonial con Emanuele Giaccherini della serata ospitata in centro a Napoli per presentare a Tour Operator, Cral e Agenzie di Viaggio l’offerta di vacanza invernale legata allo Skipass Dolomiti Adamello Brenta, che raggruppa otto località sciistiche del Trentino Occidentale con 150 impianti di risalita e 380 Km di piste utilizzabili con un unico skipass. Ma il rapporto tra la Val di Sole e Napoli si è anche concretizzata nella lezione tenuta da Sacco, Rizzi, Lombardo, Vittorio e Romedio Menghini ai partecipanti al Master in Turismo organizzato dall’Università Parthenope. Un percorso formativo di un anno capace di sformare esperti in gestione marketing alberghiero, Tour Operator e di destinazione curato dalla professoressa Maria Pina Trunfio. Tema della lezione ovviamente le attività marketing dell’Apt Val di Sole e le azioni di promozione legate al ritiro SSC Napoli.
La Val di Sole è una palestra a cielo aperto per le sue innumerevoli proposte di vacanza attiva (qui sono di casa Mtb, rafting, canoa, trekking o semplici camminate in quota o sul fondo valle, nordic walking, arrampicata e d’inverno sci alpino, nordico e snowboard) e offre decine di opportunità riservata ai professionali, alle famiglie, ai principianti e a chi vuole vivere la vacanza come occasione rigenerante dallo stress cittadino quotidiano, sia ai grandi professionisti dello sport. Ricca è anche la proposta di Terme e Spa.
Montagna è sempre più sinonimo di benessere per tutti e luogo ideale per preparare grandi impegni fisici o per prepararsi alla stagione invernale in un ambiente certamente non incontaminato qual è quello delle città. Per questo un soggiorno in montagna è un vero e proprio toccasana sia per i grandi atleti sia per le semplici persone e, in particolare, per i bambini. L’aria ossigenata che si respira in quota rigenera il corpo e la mente. Qui l’atmosfera è più pura, le temperature non raggiungono mai, anche durante l’estate, livelli insopportabili, c’è minore umidità e soprattutto di notte la temperatura scende garantendo condizioni ideali per un rigenerante sonno.
Per ottenere questi benefici e prolungarli anche dopo il rientro in città bisogna dare al fisico il tempo necessario per adattarsi e goderne. Per questa ragione dopo un anno stressante, il periodo minimo per entrare in sintonia con il proprio organismo è stimato in almeno 4-5 giorni, cui se ne aggiungono altri 10-12 per godere degli effetti benefici e dei vantaggi che la montagna può regalare. Infine, è consigliabile un’ultima giornata di pausa, al rientro a casa, prima di ricominciare il lavoro. Una vacanza in montagna, dunque, per valorizzarne al meglio i benefici, dovrebbe durare tra i 10 e i 20 giorni.
E per questo da sette anni a Dimaro, in val di Sole, nel Trentino, si allena il Napoli. Un rapporto che si è trasformato in un momento di amicizia e complicità. Tanto è vero che se i burberi montanari hanno adottato Insigne&C non vi è dubbio che la splendida capitale alle pendici del Vesuvio ha adottato gli amici trentini, tanto da far nascere la Pizza Val di Sole. Un onore riservato a pochi, importanti amici.

Nicer TV

Commenti