Juve, Dybala: “Noi sconfitti, ma non vinti!”

Bel messaggio dell’argentino su Instagram dopo la sconfitta: “Dispiace per il risultato e per i tifosi. Abbiamo fatto di tutto. Adesso restiamo ancora più uniti, ricominciamo da qui”. Poi lo svizzero: “Una frustrazione immensa, ma non molliamo. Prima o poi vinceremo anche questo titolo”

Tre lingue per ribadire un concetto: “Non molliamo, anzi. Ricominciamo da qui”. Due giorni dopo la sconfitta col Real, Paulo Dybala e Stephan Lichtsteiner hanno pubblicato un bel messaggio sui propri profili ufficiali. La delusione è tanta, il rammarico ancor di più. E quel 4-1 col Real fa ancora male, soprattutto per l’ennesima finale di Champions persa negli ultimi anni (la seconda in tre stagioni). “Restiamo uniti, c’è tanta frustrazione ma prima o poi vinceremo questo titolo. Inglese, italiano, spagnolo. Questi i pensieri di Dybala e Lichtsteiner.

Dybala: “Sconfitti, ma non vinti”

“Non è finita come volevamo – ammette l’attaccante argentino – ma abbiamo fatto di tutto per arrivare al traguardo finale. Mi dispiace per me, per la squadra e per i tifosi. La delusione è tanta, ma dobbiamo imparare da questa sconfitta che ora brucia. Chi perde è sconfitto, ma non vinto. Ancora più uniti, ancora più convinti, ricominciamo da qui. Oggi più di prima”.

Lich: “Frustrazione immensa, ma prima o poi vinceremo”

Anche Stephan Lichtsteiner ha voluto dire la sua, da sei anni protagonista dei successi della Juve. Attraverso i propri canali ufficiali, ecco il messaggio dello svizzero a tutti i suoi tifosi: “Cari Juventini. Ieri notte guardando la Mole dal balcone di casa mia e osservando la tempesta, mi ​sono ritrovato ​in un momento di tristezza e ho deciso di condividere qualche pensiero con voi”. Inizia così Lichtsteiner: “Nonostante i tanti titoli vinti in questi ultimi sei anni, nonostante i tanti bellissimi ed unici momenti che abbiamo vissuto insieme c’è comunque qualcosa che manca, e so bene di non essere l’unico a pensarla cosi. In 3 anni abbiamo raggiunto 2 finali di Champions arrivando ad un passo dal realizzare il nostro sogno”. E ancora, tanta amarezza:” Vicinissimi al traguardo… noi Juventini oramai è da più di vent’anni che vogliamo portarci a casa questa benedetta Coppa. Io personalmente me la sogno da tre 33 anni. Di aver perso di nuovo in finale… fa veramente male… anzi malissimo. E un momento molto difficile da affrontare. Nonostante abbiamo scritto un pezzo di storia unica vincendo sei scudetti consecutivi, sono molto giù di morale! Una frustrazione immensa. Però, cari Juventini … anche in questo momento, ciò che ci rende forti è di ​non mollare mai! Ci rialzeremo e prima o poi vinceremo anche questo titolo! Dobbiamo continuare a crederci!​ ​Fino Alla Fine!”. Infine un bel pensiero sui fatti di Piazza San Carlo: “I​n questo momento difficile voglio rivolgere anche un pensiero​ a​lle vittim​e, le loro famiglie e ai feriti del sabato notte!”.

Agnelli: “Ora ripartiamo più cattivi!”

Stesso concetto ribadito da Andrea Agnelli – presidente della Juventus – nel post gara, dopo la sconfitta di Cardiff. Lo sguardo è già rivolto a Kiev, sede della prossima finale di Champions League: “Siamo orgogliosi del percorso e abbiamo la consapevolezza di aver assunto una dimensione europea totale. L’anno prossimo scenderemo in campo ancora più cattivi. Tutti noi abbiamo la volontà di continuare a crescere e migliorarsi”. E ancora: “Ai giocatori ho detto che vogliamo ricominciare con cattiveria, in questi momenti devo esserci. Le massime responsabilità si devono registrare: tutti quanti devono sapere che li appoggio. Non è il momento di guardare i contenuti tecnici, l’annata è stata ottima. Il mio compito è valutare gruppo, staff, dirigenti e dipendenti. Oggi dobbiamo essere orgogliosi dei nostri ragazzi”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 413 volte