Il Milan prova l’affondo su James Rodriguez. L’Inter spinge per Rudiger, Gabigol in Spagna

ROMA – Da un Rodriguez all’altro. Dopo Ricardo, appena preso dal Wolfsburg, il Milan prova l’affondo su James Rodriguez, il fantasista colombiano del Real Madrid. Finito ufficialmente sul mercato: “colpa”, si fa per dire, di Zidane, che nella notte di Cardiff lo ha spedito in tribuna, preferendogli in panchina i giovani Asensio (andato pure in gol per il 4-1 finale) e Lucas Vazquez. 
 
MILAN-MENDES, C’E’ JAMES RODRIGUEZ – Ora, James cerca un club per rilanciarsi. E il Milan ci pensa: ne parlerà in queste ore con il potentissimo agente Jorge Mendes, in missione a Milano per incontrare il club rossonero. Il trequartista del Real – adatto ad agire come esterno d’attacco nel 4-3-3 di Montella, ma pure come mezzala-trequartista in un centrocampo più offensivo – può essere il nome di grido per lisciare il pelo alla piazza e dare un segnale di forza al mercato. Ma con Mendes si parlerà anche di un centravanti. Perché lo stallo su Morata, costringe la coppia Fassone-Mirabelli a dirottare le attenzioni verso un piano B. Che porta a un altro assistito di Mendes, l’attaccante del Porto André Silva, 21 anni, prima punta duttile reduce dalla prima vera stagione da titolare, chiusa con 16 reti in 32 partite. Valutazione non meno di 40 milioni. Tanti, ma non troppi per un club che ne aveva stanziati una ventina in più per il centravanti del Real. 
 
L’INTER SPINGE PER RUDIGER, MANOLAS: NO ALLO ZENIT
– Prende forma intanto l’Inter di Spalletti. Che a Sabatini ha già chiesto una pedina: quel Rüdiger allenato fino a pochi giorni fa nella Roma. Innesto ritenuto fondamentale per la sue duttilità. E il club nerazzurro ha già fatto arrivare a Trigoria una proposta serissima: 30 milioni. Offerta respinta, anche perché il calciatore non è convintissimo di rinunciare alla Champions League. I suoi agenti però spingono, forti dell’intesa economica con l’Inter (circa 3 milioni netti): a breve Suning dovrebbe far arrivare alla Roma un rilancio, anche se lontano dalla richiesta di 40 milioni. Dovrebbe invece restare a Trigoria Manolas: lo Zenit di Mancini si era interessato al difensore greco, senza arrivare però a formulare un’offerta. Il motivo: il rifiuto del giocatore. “No, grazie”, avrebbe risposto ai russi Manolas, che a Pallotta ha detto di voler restare alla Roma. 
 
RADJA IN BILICO, GABIGOL E DE ZERBI AL LAS PALMAS – Come Nainggolan: anche lui piace molto all’Inter, la più insistente nel corteggiarlo. Per ora però i nerazzurri hanno sbattuto sulle richieste del ragazzo, che vorrebbe restare nella capitale. Per la Roma, più facile adeguare il contratto di Manolas – da 1,8 a 3 milioni – che quello di Nainggolan, già vincolato da uno stipendio da 3,2 milioni. A giorni il ds Monchi parlerà con il suo procuratore. “Io ho mantenuto le promesse, ora tocca alla Roma”, dice Radja. Una partita ancora tutta da giocare. Intanto l’Inter sta per cedere Gabigol in prestito al Las Palmas: se ne occuperà Ausilio appena tornerà da Nanchino (dove ha accompagnato Spalletti per la firma con Suning). La squadra delle canarie vorrebbe tenerlo due anni, se ne parlerà. Ma l’affare è ben impostato, come definita è la scelta del tecnico che lo allenerà. Sarà l’italiano Roberto De Zerbi: l’ex Palermo aveva dato la sua parola al Las Palmas già da tempo, poi quando si è inserito il Sassuolo ha provato a fare retromarcia ma la serietà del club spagnolo lo ha convinto a dire sì.

SASSUOLO PENSA A BALOTELLI – Mario Balotelli potrebbe tornare in Italia. C’è’ il Sassuolo che ha fatto più di un pensierino all’attaccante reduce da una buona stagione in Francia al Nizza e ora in cerca di una nuova sistemazione. Nelle utime ore l’interesse del club di Squinzi è diventato più forte, non sono esclude sorprese.

milan ac

serie A
Inter
as roma
Protagonisti:
james rodriguez
radja nainggolan
Roberto De Zerbi

Fonte: Repubblica

Commenti