Napoli, Reina resta un rebus. Il papà Miguel: “Lui e De Laurentiis devono incontrarsi e risolvere i problemi”

NAPOLI – La situazione assomiglia ad un rebus. Pepe Reina e il Napoli, la questione è ancora aperta. Il club azzurro dovrà definirla quanto prima perché è una delle priorità del mercato. Un consiglio è arrivato da Miguel Reina, papà del 35enne di Madrid. “So che è successo qualcosa tra Pepe e De Laurentiis – ha spiegato a radio Crc -, ma non devono comportarsi come bambini. C’è soltanto una cosa da fare: ritrovarsi intorno ad un tavolo e parlarsi per risolvere la vicenda. La prestazione con la Colombia? Non ci siamo sentiti telefonicamente, gli ho solo scritto di stare tranquillo. Tutti commettono errori, bisogna soltanto andare avanti. Un’offerta da un altro club? Lui mi dice di non esserne a conoscenza. La sua famiglia è felicissima a Napoli. Ripeto, se c’è stato un problema con il presidente, sarà fondamentale chiarirsi. Parliamo di due adulti e per il bene di tutti il problema va affrontato quanto prima. La relazione tra Pepe e la società è stata sempre cordiale”.
Si attendono sviluppi, dunque. Il portiere, del resto, è un ruolo delicato e le idee dovranno essere chiare già alla partenza del ritiro per Dimaro-Folgarida, prevista il 5 luglio. De Laurentiis vorrebbe comunque prendere un innesto affidabile da affiancare allo spagnolo, magari Skoruspki, pronto ad un’eventuale convivenza.

ALBIOL, NO ALL’ESPANYOL – I catalani hanno fatto un pensierino al leader difensivo del Napoli considerando una clausola rescissoria non alta. L’ipotesi, però, non è stata proprio presa in considerazione da Albiol che intende restare per provare a vincere lo scudetto. Il diesse Giuntoli ha blindato pure Vlad Chiriches, finito nel mirino del Galatasaray. Il Napoli non vuole perdere il centrale rumeno che è molto affidabile, tanto da essere considerato la prima alternativa alla coppia Albiol-Koulibaly. In uscita, invece, c’è Tonelli: piace alla Fiorentina ma anche al Torino che potrebbe accettare contropartite tecniche nell’ambito dell’affare Maksimovic. Il Napoli dovrà pagare il riscatto obbligatorio (20 milioni di euro) entro fine mese e sta provando ad abbassare la cifra offrendo ai granata alcuni giocatori,  tra cui Tonelli ma anche Alberto Grassi.
 

ssc napoli

serie A
Protagonisti:
pepe reina
aurelio de laurentiis

Fonte: Repubblica

Commenti