DE LAURENTIIS: “PER IL NAPOLI LO SCUDETTO NON DEVE PIÙ ESSERE UN TABÙ”

In un’intervista rilasciata ai colleghi di Repubblica, Aurelio De Laurentiis ha affrontato diversi temi, tra cui quello dello scudetto. Ecco quanto evidenziato dalla nostra redazione:

“Lo scudetto per il Napoli non deve più essere un tabù. Non mi preoccupa che i giocatori ne parlino. Abbiamo le carte in regola per lottare per il primo posto e saremo più competitivi dello scorso anno, grazie alla simbiosi tra Sarri e la squadra. Il preliminare di Champions ci aiuterà a riallacciare subito il discorso interrotto nel torneo scorso. Siamo tutti concentrati sullo spareggio Champions. I nostri nazionali hanno compiuto un atto di maturità, accorciandosi un po’ le vacanze e presentandosi in ritiro in condizioni eccellenti. Anche noi in passato abbiamo puntato su difesa e contropiede: ma è un modo di stare in campo che non regala emozioni. La filosofia di Sarri diverte molto la gente: per questo ce lo invidiano tutti.

Sfida con la Juve? “Sarebbe interessante vedere chi è più bravo partendo con lo stesso fatturato. Sarei curioso di sapere dove sarebbe arrivato il Napoli in Champions se, invece del Real, ci fossero capitate le stesse avversarie dei bianconeri . Se nell’urna ti capitano squadre più deboli è facile andare fino in fondo. La formula delle Coppe andrebbe cambiata”. 

Non sarà, comunque, solo una sfida tra Napoli e Juve: “Le milanesi stanno spendendo molto e pure la Roma rimarrà competitiva. Nella stagione scorsa abbiamo investito 175 milioni e quest’anno abbiamo blindato i nostri top player con il rinnovo dei loro contratti. Dovremmo partire avvantaggiati”.

Var“Non sappiamo se funzionerà. Mi auguro che a decidere sia sempre l’arbitro, altrimenti ci saranno tante di quelle polemiche e casini che Tavecchio dovrà scappare in Australia” .

Commenti

Questo articolo è stato letto 1124 volte

avatar

Claudio Donato

Claudio Donato, giornalista-pubblicista. Al suo attivo già diverse collaborazioni con varie testate giornalistiche.