Inter, col Lione decide Jovetic: 1-0 a Nanchino. Zhang: “Torneremo al top”

Inter, col Lione decide Jovetic: 1-0 a Nanchino. Zhang: "Torneremo al top"Mariano Diaz e Miranda (reuters) NANCHINO – Comincia nel migliore dei modi l’International Champions Cup per l’Inter. Al Nianjing Olympic Sports Center di Nanchino, città di Suning, i nerazzurri di Luciano Spalletti superano 1-0 il Lione grazie alla zampata alla mezz’ora della ripresa di Jovetic su assist di Joao Mario, sotto agli occhi di Zhang Jindong. Primo tempo privo di emozioni con l’Inter che gioca in ripartenza lasciando gestire il Lione, ma i francesi raramente creano pericoli grazie all’attenzione della difesa. In attacco Pinamonti servito assai di rado. Qualche difficoltà nei movimenti senza palla. Nella ripresa nerazzurri più concentrati e vivi, tant’è che dopo la rete di Jo Jo, all’81 Ranocchia sfiora il raddoppio per la squadra di Spalletti.

Primo tempo sottoritmo, poi l’Inter cresce alla distanza. Il caldo asfissiante condiziona l’avvio del match: la botta improvvisa di Traorè, la girata di testa di Miranda, queste le prime emozioni. Spalletti insiste sul 4-2-3-1 con Pinamonti prima punta e Borja Valero in regia: molto attivo Eder, da una sua azione ecco il cross di Candreva per Gagliardini, buono il terzo tempo dell’ex Atalanta, nessun problema però per Lopes. Handanovic ferma in uscita disperata Mariano Diaz, lanciato da Darder, e stoppa la conclusione, non particolarmente pericolosa, di Traorè. Prima dell’intervallo, il mancino di Gagliardini impegna Lopes, centrale anche la punizione di Eder. Consueta rivoluzione nell’intervallo, in campo tra gli altri Padelli, Gabigol, Kondogbia, Skriniar, Jovetic e Perisic: Mendy sfiora subito il vantaggio, ma è un’altra Inter. Spettacolare la sforbiciata di Kondogbia fuori di un nulla. Crescono i nerazzurri e Jovetic, dopo una serpentina alla Neymar, spara addosso a Lopes; quindi Perisic sfiora di testa sul cross del montenegrino. Jovetic ispira ancora: Gabigol si invola ma non riesce a superare Lopes in uscita, poi Tete soffia all’ultimo istante il pallone a Joao Mario a tu per tu con il portiere del Lione. I francesi si rivedono in avanti al 65′: attento Padelli su Depay. Al 74′ l’Inter passa con merito. Gabigol ruba palla e serve Jovetic, dentro per Joao Mario che completa il triangolo: l’ex Fiorentina, a porta vuota, non può sbagliare. Sfiora il raddoppio Ranocchia sul corner di Brozovic, poi prova a sbloccarsi Gabigol: resta l’1-0, l’Inter batte il Lione e, dopo il pari con lo Schalke, lancia altri segnali incoraggianti. Prossimi impegni nerazzurri contro Bayern e Chelsea.

ZHANG: “CENTRIAMO LA CHAMPIONS” – Zhang Jindong, durante l’incontro a Nanchino avvenuto ieri con squadra e dirigenti, ha rimarcato in un lungo discorso gli obiettivi per la prossima stagione durante la quale l’Inter dovrà “assolutamente centrare la Champions League”, poi il boss di Suning ha parlato del futuro prossimo dei nerazzurri che avranno una priorità, i giovani: “L’Inter, sul lungo termine, deve prestare sempre più attenzione alla crescita dei giovani e questo anche attraverso le strutture e sviluppo del sistema di scouting”. E ancora: “L’Inter, per l’universo Suning, è un asset fondamentale, è la corona delle attività Suning, dobbiamo proteggere questo asset e guidarlo al meglio. Gli obiettivi sono sempre quelli di competere al massimo livello e di creare un sistema di allenamento, tramite gli investimenti sulle strutture, che sia al top nel mondo. Stiamo costruendo la strada per tornare al livello top in Europa per la formazione, anche con la costruzione di uno stadio migliore (San Siro)”.

INTER, ANTONELLO NUOVO AD – Intanto, sempre dal meeting cena inclusa di Nanchino arrivano anche novità societarie. Alessandro Antonello sarà nuovo Chief Executive Officer del Club (CEO). Mentre Robert Faulkner mentendo il ruolo attuale di direttore della comunicazione, ad interim sarà il nuovo Chief Marketing Officer, e si occuperà dello sviluppo strategico del Brand. Giovanni Gardini, attualmente in carica come Chief Football Administrator, viene nominato Chief Football Operations Officer. Nella sostanza Gardini diventa capo del calcio e si occuperà anche dello stadio e delle tournée.
 

Inter

serie A
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti