Juventus, che festa per Bernardeschi. I tifosi: ”Dategli la numero 10”

Juventus, che festa per Bernardeschi. I tifosi: ''Dategli la numero 10''(lapresse) TORINO – E’ cominciata con 45 minuti di ritardo sui piani iniziali, l’avventura bianconera di Federico Bernardeschi. L’ormai ex fantasista della Fiorentina si è presentato alle 9:45 per le visite al J Medical, dove lo attendevano circa 250 tifosi della Juventus in festa. Un comitato di accoglienza più numeroso e soprattutto molto più rumoroso rispetto a quello che una decina di giorni fa aveva avuto Douglas Costa, l’altro grande colpo dell’estate bianconera.
Bianconero anche l’elegante look – abito scuro e camicia candida – con cui si è presentato Bernardeschi, arrivato a Torino (ieri sera) per 40 milioni di euro più il 10% sull’eventuale futura rivendita del suo cartellino, fino a un massimo di 5 milioni.
 
“Bernardeschi ce l’abbiamo noi”, è il coro più gettonato dalla folla di sostenitori che, nel tentativo di strappare i primi selfie al giocatore – sballottato ma sorridente -, si è addirittura riversata all’interno della struttura medica bianconera, provocando qualche momento di inevitabile scompiglio prima che intervenisse il servizio d’ordine del centro diretto dal dottor Riccardo Agricola.

Juventus, che festa per Bernardeschi. I tifosi: ''Dategli la numero 10''

Lo striscione dei tifosi della Juve per Bernardeschi

Alla Juventus l’azzurrino trova un capitano concittadino carrarino come Gigi Buffon, ma anche la concorrenza sulla trequarti del 4-2-3-1 dei vari Douglas Costa, Dybala, Mandzukic e Cuadrado (in attesa che rientri anche Pjaca), che lo attendono nel ritiro bianconero di Boston. Le sfide impegnative, del resto, non spaventano il mancino 23enne, se è vero che sulla pagina Facebook da un paio di giorni, tolti i fregi viola, campeggia la scritta “No pain, no gain”, nessun risultato senza sofferenza.
 
Le visite mediche di Bernardeschi dureranno alcune ore, dopodiché il fantasista si sposterà nella sede bianconera di corso Galileo Ferraris per posare con la sua nuova maglia numero 10 e soprattutto per firmare un contratto quinquennale da 3 milioni a stagione a salire, un milione in meno di quanto si era detto nei primi tempi.  Un ingaggio dunque di poco superiore rispetto a quello da 2,5 milioni che gli aveva inutilmente proposto la Fiorentina, nella speranza di prolungare il suo contratto in scadenza nel 2019.
“La 10 non può più stare senza padrone, benvenuto Fede, vincere è la nostra missione”. È il messaggio vergato dai nuovi tifosi di Bernardeschi su un piccolo striscione appeso alle inferiate del centro medico bianconero. È ancora presto, molto presto. Ma la Juve è comunque autorizzata a sognare un nuovo Baggio. juventus

serie A
Fiorentina
Protagonisti:
federico bernardeschi

Fonte: Repubblica

Commenti