Milan, Montella: “Capitano? Mi sono preso tempo per decidere. San Siro pieno è una responsabilità”

Milan, Montella: “Capitano? Mi sono preso tempo per decidere. San Siro pieno è una responsabilità”Vincenzo Montella, 43 anni. (agf) MILANO – Il Milan è pronto a chiudere i conti col Craiova. I rossoneri partono dall’1-0 maturato in Romania e avranno dunque due risultati su tre per superare i preliminari di Europa League. Il tecnico Vincenzo Montella vuole una prestazione più convincente rispetto all’andata: “Contro il Craiova mi aspetto un miglioramento nella tenuta mentale più che fisica rispetto alla gara d’andata. Con una settimana in più abbiamo smaltito il fuso orario e quindi mi aspetto dei miglioramenti anche sull’aspetto atletico”.

“EMOZIONE E RESPONSABILITA’” – Per la gara di San Siro sono stati venduti ben 60mila biglietti, un entusiasmo generato sicuramente dalla campagna acquisti faraonica condotta da Fassone e Mirabelli: “E’ una grande emozione, ma anche una grande responsabilità. I tifosi credono in noi e nella società, si sta creando un entusiasmo importante che va alimentato. Toccherà a noi farlo sul campo”. Sugli avversari, guidati da Devis Mangia: “Non so come giocheranno. Sono molto organizzati, si difendono bene e sono veloci in avanti. Se non stai attento puoi andare in difficoltà. Non dobbiamo avere disattenzioni, dovremo giocare al 100%. Domani conta il risultato come prima cosa, servirà grande umiltà”.

“SPERO IN UNA BELLA ACCOGLIENZA PER GIGIO” – L’allenatore rossonero ha parlato anche del suo portiere, Donnarumma. “La sua estate lo ha aiutato a crescere. Ha avuto tante sollecitazioni. Mi aspetto una bella accoglienza domani sera, è un ragazzo che ha dimostrato amore per il Milan. Ha bisogno di affetto”. Infine sulla questione capitano: “Non c’è un solo capitano per me. In passato è sempre stato scelto dalla società. La nuova proprietà mi ha detto di scegliere il capitano tra i nuovi e io mi sto prendendo un po’ di tempo per decidere. Domani non so chi sarà il capitano, se mancano i nuovi seguiremo la vecchia gerarchia”, conclude.

ac milan

serie A
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti