Milan, Montella: “Obiettivo Champions, ma non poniamoci limiti”

Milan, Montella: "Obiettivo Champions, ma non poniamoci limiti"Vincenzo Montella (lapresse) MILANO – Il Milan sarà la squadra più attesa della prima giornata di campionato dopo i tanti acquisti dell’estate. Prima di partire per Crotone, la squadra incassa già una buona notizia: l’infortunio di Bonaventura non è particolarmente grave, l’ex atalantino dovrà fermarsi per un paio di settimane. Montella, che dedica un pensiero alle vittime dell’attentato di Barcellona (“Da parte mia e della squadra esprimo cordoglio ai familiari delle vittime dell’attentato di venerdì. Barcellona è una città stupenda: siamo vicini ai catalani. E’ il momento di dire un’altra volta basta”), ricorda che il debutto a Crotone presenta numerose insidie.
 
Montella, una partenza complicata?
“Il nostro inizio non è facile. Il Crotone lo scorso anno ha fatto una seconda parte di stagione molto buona. E’ aggressivo, gioca un bel calcio e sa cosa fare in campo. Noi possiamo crescere ancora tanto”.
 Dopo un mercato così scoppiettante, il Milan ha sovvertito le gerarchie del campionato: può ambire allo scudetto?
“Siamo tra le poche squadre nel panorama europeo ad aver acquistato dieci giocatori nuovi. La Juventus ha speso quanto il Milan. Ha comprato tanti buoni giocatori, spendendo quanto il nostro club. Numericamente ha cambiato meno di noi ma ha speso tanto. I bianconeri restano i favoriti. Noi dobbiamo tornare protagonisti nel tempo, non poniamoci limiti. E’ una squadra giovane, con tanti giocatori nuovi, ci vorrà tempo per l’adattamento. Intanto dobbiamo cercare di arrivare fra le prime quattro”.
Come sta Bonaventura?
“Jack salterà un paio di partite. Dovrebbe star fermo un paio di settimane ma non è nulla di preoccupante”.
E Romagnoli?
“Alessio sta tornando. Ho preferito lasciarlo a casa ancora, quindi non verrà a Crotone. Spero di averlo a disposizione da giovedì”.
Continua il dosaggio delle forze nell’ambito di questo mini-ciclo di quattro partite in diedi giorni?
“Ho convocato venti giocatori per la trasferta di domani perché alcuni giocatori per scelta tecnica rimarranno a casa. Giocando ogni tre giorni il turn over è inevitabile. La sfida di giovedì in Macedonia, però, nonostante il risultato dell’andata, sarà onorata al meglio”. 
E’ pronto ad abbracciare Kalinic?
“Penso solo al presente, ovvero al Crotone. Poi penseremo al mercato”. 
Chiede ancora qualcosa alla campagna acquisti?
“Sarei ingeneroso se pubblicamente chiedessi qualcosa in più. La società ha ancora voglia di migliorare, ma bisogna vedere cosa offre il mercato. Io sono molto contento di quanto fatto finora”.
Contento dell’arrivo di Han Li?
“Sì. E’ molto vicino alla nostra squadra anche quando è distante”.
Montolivo sembra ritrovato.
“Ha fatto una grande prestazione giovedì, era da tempo che non segnava una doppietta. Personalmente sono molto contento. E’ molto coinvolto nel progetto tecnico della squadra”.
La spinta del pubblico finora ha influito sul rendimento della squadra?
“Sentiamo molto vicini i tifosi. Il nostro obiettivo è renderli ancora più orgogliosi di tifare per la nostra squadra. L’entusiasmo va alimentato con i risultati. Sto pensando, qualora fosse possibile, di aprire qualche allenamento per sentire ancora di più il loro calore”.
In attacco giocherà Andrè Silva o Cutrone?
“Ho ancora dei dubbi di formazione. Le idee sono abbastanza delineate ma non ancora chiarissime. Cutrone è stato provato titolare oggi, ma non è detto che domani lo sia. Talvolta la formazione che provo il giorno prima non è la stessa che va in campo”.
milan ac

serie A
Protagonisti:
vincenzo montella

Fonte: Repubblica

Commenti