Gli interventi di Venerato, Pardo, Marolda, Corbo e Furio Focolari a Radio Crc

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Ciro Venerato, giornalista

“A microfoni spenti il Napoli dice che Reina resta al 99%. Ieri c’è stato un colloquio telefonico tra Giuntoli che è a Montecarlo e Reina. Il Napoli dice che solo ieri il Psg si è fatto vivo, ma mi risulta che già il giorno prima ci sia stato un contatto. Reina nella telefonata col ds azzurro ha chiesto al Napoli di lasciarlo libero per giocarsi l’ultima carta nel club più ricco del panorama calcistico. E’ Emery, l’allenatore del Psg, che ha chiesto il portiere spagnolo e infatti, quando De Laurentiis cercò di convincere Emery a venire a Napoli nel dopo Benitez, il tecnico chiese informazioni circa il ritorno di Reina quindi la stima del tecnico non è cosa nuova. Entro stasera il Psg, che cerca un portiere titolare, vorrebbe avere una risposta, ma il Napoli se non prenderà prima un portiere, non mollerà Reina. Il club azzurro sta sondando dei portieri, non interessano Trapp e Ariola. 

Il problema è quindi trovare il sostituto di Reina e i nomi sono due: Rui Patricio e Rulli. Leno dobbiamo escluderlo dalla lista perché non è una questione economica, ma Il Bayern Leverkusen lo ha tolto dal mercato. 

Rulli? La Real Sociedad stasera giocherà col Villarreal per cui da domani si inizierà a valutare l’offerta del Napoli che oggi ha più soldi in cassa e i famosi 20 milioni chiesi dal club non sarebbero un problema e sul discorso 30% col City, una soluzione si trova. Rui Patricio è invece il nuovo nome. Un intermediario lo propose qualche tempo fa, ma il Napoli convinto di tenere Reina aveva mollato la presa. Dopo la proposta del Psg, Giuntoli si sta muovendo e la prima offerta per sondare il problema è 15 milioni più bonus. Il ragazzo è tentato da Napoli.

Giuntoli ha incontrato Mendes a Montecarlo per Ghoulam. Il Napoli dovrebbe fare un altro piccolo passo avanti, ma la situazione è meno difficile di quella di Reina. Il Cagliari è invece ottimista per Pavoletti e c’è un’ipotesi di accordo. Per Zapata è tutto fatto alla Sampdoria, l’accordo è stato raggiunto con i procuratori del colombiano e appena il club cederà Schick alla Roma potrebbe chiudere l’operazione col Napoli che potrebbe includere anche Strinic e Tonelli”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Pierluigi Pardo, giornalista 

“Il Psg è un grande club e il Napoli dovrà trovare una soluzione. Mi sembra improbabile che Reina resti in azzurro senza rinnovare per cui o si decide di trovare un accordo vero, oppure si vira un altro numero uno. C’è da capire che scelta tecnica il Napoli vuole fare e se Reina è la prima scelta, bisogna fare uno sforzo. Se invece il Napoli ha tra le mani un sostituto valido e che dia garanzie a Sarri, si può decidere di monetizzare. 

Il Napoli ha avuto un buon sorteggio, la Juve medio e la Roma mediocre. I girone dei sogni così come quello da incubo non lo ha nessuno. Il girone del Napoli è equilibrato e lo vedo bene. Facendo tutti gli scongiuri, il Napoli può giocarsi il primo posto. La Juve ha una grande avversaria come nome e qualità come il Barcellona, ma c’è molta distanza tra le prime due e le altre due. La Roma invece non ha avuto un sorteggio fortunato e in questo momento è la terza del girone, ma non c’è una distanza clamorosa con l’Atletico Madrid”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Ciccio Marolda, giornalista

“Il Napoli ha commesso degli errori sul caso Reina e credo che nella cena di fine anno si sia consumato l’addio. Ad oggi, se il calciatore vuole andare via, a scadenza di contratto decide lui. 

Quando il Napoli ha deciso di confermare questa squadra e prendere nel mercato estivo solo ricambi giovani, doveva risolvere i problemi relativi ai calciatori in scadenza. Se Ghoulam non sta puntando i piedi come Reina è perché non ha una soluzione valida alle spalle. 

Nella testa di Reina non c’è solo l’Atalanta, ma credo che domenica sarà titolare. Ovviamente possono influire gli stati d’animo”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Antonio Corbo, giornalista

“Sono per il rispetto delle regole: il contratto di Reina scade il 30 giugno del 2018 e fino a quel giorno Reina giocherà con il Napoli. Poi, se Quilon ritiene che ci sia l’interessamento del Psg deve dare al club parigino il numero di fax della società calcio Napoli e sarà poi il Psg ad inoltrare una richiesta ufficiale al Napoli che in seguito dovrà decidere. Ad oggi, non mi pare che il Psg sia uscito allo scoperto e quindi ribadisco: il caso Reina si può risolvere solo dando la possibilità al Napoli di decidere davanti ad un’offerta ufficiale che finora non è arrivata”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Furio Focolari, giornalista

“Reina ha un contratto col Napoli, non può decidere dove andare e basta un no per bloccare ogni trattativa. Il club azzurro non ha più tanta fiducia in Reina è per questo che lo ha lasciato in scadenza, forse non ha trovato un portiere migliore dello spagnolo ed è per questo che credo non andrà via da Napoli. Reina è intelligente, si fa sentire in campo, si sbraccia, ma non è immune da colpe e lo scorso anno qualche papera l’ha commessa ed è per questo che il Napoli non gli rinnova il contratto. 

Portieri di valore in giro ce ne sono e adesso il Napoli ha anche i soldi per prenderne uno affidabile per cui Reina è un falso problema”. 

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Commenti