Bucchi: “Torino? Possiamo metterli in difficoltà”

Uno 0-0 all’esordio contro il Genoa, una prova poco brillante che però non preoccupa più di tanto Bucchi. “Sapevamo, sia io che la società, che quando si cambia c’è bisogno di un po’ di tempo, magari le cose non si incastrano immediatamente. La squadra lavora bene, stiamo crescendo, migliora la condizione atletica e quella tecnico-tattica, credo che un gruppo debba avere una certa continuità anche per poi immettere quei giocatori che dimostreranno di meritare la maglia da titolare e che potranno far rifiatare chi ha giocato tanto, nessuno si deve sentire un’alternativa, ma in questo momento ci sono delle scelte da fare. Contro il Genoa ci sono state tante scelte sbagliate, i dati parlando di una partita di grande equilibrio, loro sono stati più pericolosi, noi imprecisi perché non abbiamo scelto bene, ma se dipende da noi vuol dire che possiamo correggere certe cose”, le parole dell’allenatore del Sassuolo.

Genoa ormai alle spalle, concentrazione rivolta alla sfida contro il Torino, prossimo avversario dalla formazione neroverde: “Noi siamo molto carichi, abbiamo lavorato bene, sappiamo che abbiamo una partita difficile contro una squadra che giocherà per l’Europa, servirà molta concentrazione contro un Toro che ha individualità importanti, servono grande organizzazione e determinazione, cose che noi abbiamo ed è per questo che penso che faremo un’ottima gara”, le parole di Bucchi. Allenatore del Sassuolo che poi indica alla sua squadra la strada da seguire: “Dobbiamo essere bravi a diventare Sassuolo e dobbiamo riuscirci nel più breve tempo possibile tenendo conto delle caratteristiche degli avversari. Non possiamo lasciare spazi a gente come Ljajic, Iago Falque, Belotti e Berenguer, sarebbe un suicidio, hanno un centrocampo molto muscolare, una difesa esperta, quadrata, con terzini che spingono, possono metterci in difficoltà ma se facciamo il Sassuolo anche noi possiamo farlo con loro”, ha concluso Bucchi.

Fonte: SkySport

Commenti