Rivoluzione Juve: spazio ai nuovi. L’ora di Mbappé

Torna la Serie A, e subito dopo le coppe. Il primo ciclo della stagione è alle porte e tutte le big del campionato non hanno ancora fallito. Se c’è chi procede nel segno della continuità, c’è anche chi, come la Juventus, è pronta a variare e a lanciare in campo i nuovi acquisti: “Rivoluzione Juventus”, scrive a questo proposito Tuttosport. “Arriva il primo ciclo di fuoco e Allegri dà spazio ai colpi del mercato: col Chievo irrompe Matuidi e scalpita Douglas Costa. Vediamo come il Var può cambiare il modo di giocare dei bianconeri”. La prima della Gazzetta dello Sport è invece tutta nerazzurra, con la carica di Luciano Spalletti, pronto a vivere con la sua Inter una stagione da protagonista: “L’Inter? Perfetta, e lo vedrete. La qualità dei ragazzi è altissima, sono soddisfatto al 100%. Il Milan? Ogni derby vale doppio”. Si parla ancora di Juventus sul Corriere dello Sport: “Higuain: vinco io!” titola il quotidiano. “Escluso dall’Argentina, Gonzalo è pronto a mettere in campo la sua rabbia per i bianconeri. Nel mirino il tricolore e la Coppa sfuggita a Cardiff”.

Sono stati due degli acquisti più onerosi della storia del calcio, con protagonista il Psg dello sceicco Mansour. Gli acquisti di Mbappé e di Neymar hanno ‘costretto’ il Barcellona a puntare sul talento ex Borussia Dortmund, utile proprio a rimpiazzare il brasiliano. L’ex attaccante del Monaco si è presentato e stasera è pronto a fare il suo esordio nella gara di Ligue 1 contro il Metz: “L’ora di Mbappé”, scrive L’Equipe in prima pagina. E rilancia le sue parole durante la presentazione: “Non sono qui per essere un figurante, è stato importante per me essere rimasto in Francia. Dove giocherò? Un attaccante deve saper far bene ovunque”. Per Dembelé, invece, ci sarà da aspettare fino a sabato sera, quando il Barça giocherà il derby contro l’Espanyol: “Ousmane al lavoro con Valverde, può debuttare nel derby e sostituire Luis Suarez, di ritorno dal Sudamerica”, scrive il Mundo Deportivo.

Fonte: SkySport

Commenti