Inzaghi: “Biglia? Con me splendido. Anderson…”

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio (Getty)

Lui, il Milan e il ritorno di Biglia all’Olimpico: “Gli auguro il meglio, con me si è sempre comportato bene”. Simone Inzaghi affronta il Milan di Montella, partita difficile. Ostica: “Loro hanno fatto molti investimenti e sono una grande squadra”. Intervenuto in conferenza stampa per parlare della gara di domenica, Inzaghi ha parlato così ai cronisti presenti. 

“Auguro il meglio a Lucas Biglia”

“Sono sicuro che riusciremo a rendere al meglio i nostri acquisti. Nani è un grande giocatore, è arrivato con un problema al collaterale. Molto importante, ora sta lavorando due volte al giorno e in 15 giorni potremo averlo a disposizione”. Sui portoghesi: “E’ stata un’intuizione della società, non li conoscevo e li sto valutando. Quando mi dimostreranno che si troveranno pronti avranno una chance”. Sul ritorno di Biglia: “Gli posso augurare solo il meglio, con me è stato straordinario e si è sempre messo a disposizione. Quando si fece male con l’Empoli voleva giocare anche se non era pronto, con me si è sempre comportato in modo splendido. E’ un osservato speciale domani, lo considero come un top in Europa. Gli auguro il meglio a partire da domani. Offre equilibrio, per lui avremo un occhio di riguardo”. Milinkovic, che impatto: “Deve lavorare su se stesso e migliorarsi, quest’anno avremo molte partite e lui dovrà continuare a crescere, è uno dei giocatori più importanti che abbiamo”. Immobile: “Ha iniziato bene, ha la giusta determinazione, è un valore aggiunto. E al di là dei gol è un ragazzo positivo, è importante averlo in gruppo”. Pochi centrali per tante partite? “Keita è stato sostituito e sarà mio compito integrare Nani. Avevamo puntato su un elemento, poi c’è stato un dietrofront. Ora andiamo avanti coi nostri difensori, includo Luis Felipe. Entrerà nel turnover”. 

“Anderson in campo a ottobre. Nani…”

“Con Vincenzo ho un buon rapporto, ci conoscevamo, siamo stati insieme in Nazionale e ora ci ritroviamo. Ha detto parole giuste, me le aveva già ribadito personalmente. E con lui sono in credito, è vero. Col Milan abbiamo fatto ottime gare e avremmo meritato di più, incontriamo una squadra costruita per vincere che ha investito molto. Dovremmo fare una partita tosta, altrimenti sarà dura”. Milan banco di prova: “Senz’altro, è importante. Abbiamo defezioni importanti, è capitato anche l’anno scorso ma non fa niente, ci vorrà tempo prima di recuperare tutti. Ci siamo preparati bene. Sono forti”. Lazio più squadra? “Lo dirà il campo, loro sono partiti molto bene, hanno subito solo un gol. La squadra ha già un’identità, sanno quello che devono fare in tutte e due le fasi, noi lavoriamo insieme da molto e abbiamo mantenuto il nostro organico”. Bastos a sinistra: “E’ una possibilità, è in grande crescita e sta andando bene. Con tutte queste gare giocherà, non so se lo farà domani. Oggi vedremo. Il quinto difensore è Luiz Felipe, si sta impegnando molto e troverà spazio”. Sulle condizioni di Anderson: “Ha un problema importante, sta cercando di risolverlo. Vogliamo recuperarlo al meglio ma non dobbiamo sottovalutarlo, sarà out per tutto settembre”.

“Borini mi piaceva, ma ha preferito il Milan…”

“Quest’anno i nostri competitor si sono rafforzati, le milanesi sono cresciute e l’Inter non avrà le coppe. Sarà compito nostro cercare di restare in alto. Non possiamo preparare le partite come l’anno scorso purtroppo, sarà un continuo viaggiare e giocare. Borini mi è sempre piaciuto, sia a me che a Tare. Sembrava potesse arrivare, ma si è inserito il Milan. E al di là della scelta tecnica, quando ci sono due squadre che ti vogliono pensano che il Milan l’abbia spuntata riguardo l’ingaggio. E’ un piacere poter giocare l’Europa League, è giusto che la Lazio sia sempre in queste competizioni”. Lucas Leiva, che tipo di giocatore è? “Si è inserito alla grandissima, già dopo 10 giorni chiamava i compagni per nome. E’ rimasto 10 anni al Liverpool e si vede, è un vero leader, ci aiuterà molto”. Su Lukaku: “E’ importante, sta risolvendo il problema dell’anno scorso a Firenze che gli ha creato molte problematiche. Arriverà il suo momento e dovrà farsi trovare pronto. Ora è pronto per mezz’ora, da questa settimana dovrà alzare il suo minutaggio. Ora inizierà un ciclo importante, abbiamo due assenze importanti in avanti e cambierò qualcosa”. Sul modulo, tridente possibile con Nani, Immobile e Anderson: “Non è un problema, di gara in gara vedremo. Se siamo più forti o meno? Lo dirà il campo”.

Fonte: SkySport

Commenti