Lazio, ti compro il capitano e…vinco in Europa

L’argentino torna a Roma ma non è prevista una bella accoglienza. Tuttavia, stando alla statistica, Lucas e i tifosi rossoneri possono sorridere: negli anni in cui il Milan ha acquistato un ex capitano della Lazio è sempre arrivato un trofeo 

La partita tra Lazio e Milan avrà un protagonista su cui saranno puntati tutti gli occhi dell’Olimpico: Lucas Biglia. Il mediano della nazionale argentina ritorna a Roma dopo quattro stagioni in maglia biaconceleste con cui ha giocato oltre 100 partite, molte delle quali con la fascia di capitano al braccio. La scorsa stagione sembrava che potesse rinnovare ma poi, dopo una lunghissima trattativa, è arrivata la firma con Milan che per averlo ha pagato 17 milioni di euro. I tifosi della Lazio non l’hanno presa bene e – come lo stesso centrocampista ha anticipato – non gli riserveranno un’accoglienza positiva visto che già durante il ritiro, quando ancora non era ufficiale il suo passaggio in rossonero, l’ex Anderlecht era stato oggetto di contestazioni. Biglia però non è il primo ex capitano che ritorna all’Olimpico con la maglia rossonera e forse i fischi saranno meno assordanti se alle sue orecchie arriverà anche questa particolare statistica: negli anni in cui il Milan ha acquistato un ex capitano della Lazio è sempre arrivato un titolo.

Capitan Nesta, rossonero (vincente) nel 2002-03

Per il popolo biancoceleste non c’è stata cessione più dolorosa di quella avvenuta il 31 agosto 2002. Alessandro Nesta, capitano e simbolo della Lazio, lascia la sua città e si trasferisce al Milan. Era una Lazio diversa rispetto a quella attuale, una squadra – quella del presidente Sergio Cragnotti – che aveva vinto lo scudetto qualche anno prima, che aveva in rosa grandissimi fuoriclasse ma che si trovava in grosse difficoltà economiche. Nesta ha successivamente dichiarato che la sua cessione fu necessaria per risanare le casse del club ma questo non lo salvò dai mugugni dell’Olimpico il giorno del suo ritorno a “casa”. Era 28 settembre 2002, Lazio-Milan finisce 1-1 con le reti di Maldini e Claudio López. Nesta esce nella ripresa a causa dei crampi tra un misto di applausi e fischi. L’ex capitano biancoceleste terminerà la stagione alzando al cielo di Manchester la Champions League vinta in finale contro la Juventus. Suo uno dei rigori messi a segno dai rossoneri.

La telenovela Oddo nel 2007

Se quella di Nesta fu una trattativa lampo e per certi versi inaspettata, quella che portò Massimo Oddo al Milan nel gennaio del 2007 fu molto più simile all’estenuante telenovela che ha visto coinvolto Lucas Biglia in questa ultima sessione di mercato. Il 27 gennaio, dunque, l’ex capitano della Lazio è ufficialmente un giocatore rossonero. Il terzino arriva in tempo per la seconda parte di stagione i cui il Milan diventa campione d’Europa ad Atene nella “vendetta” ai danni del Liverpool dopo Istanbul 2005. Oddo gioca da titolare le partite più importanti compresa la finale di Champions League. Per il suo ritorno all’Olimpico, però, bisogna aspettare la stagione successiva, precisamente il 7 ottobre 2007 quando il Milan vinse per 5-1 rovinando l’esordio di un giovane Fernando Muslera. Soltanto due mesi dopo, battendo 4-2 il Boca Juniors, i ragazzi di Ancelotti diventeranno campioni del mondo per club a Yokohama. Dopo i successi di Nesta e Oddo chissà che la stagione 2017-18 non porti fortuna anche a un altro ex capitano della Lazio in maglia rossonera. 

Fonte: SkySport

Commenti