Lazio, buona la prima: 3-2 in rimonta a Vitesse

VITESSE-LAZIO 2-3
33′ Matavz (V), 51′ Parolo (L), 57′ Linssen (V), 67′ Immobile (L), 75′ Murgia (L)

La Lazio comincia il suo cammino in Europa League con un’importante vittoria in trasferta sul campo del Vitesse in rimonta e continua il periodo positivo. I biancocelesti sono arrivati in Olanda con il morale alle stelle dopo un ottimo inizio di campionato e la vittoria contro il Milan e sono riusciti a imporsi nonostante il corposo turnover scelto da Simone Inzaghi. Dopo un primo tempo opaco nel quale la Lazio ha subito il vantaggio firmato dall’ex Genoa Matavz, l’ingresso di Immobile all’intervallo ha consenitito ai baincocelesti di reagire. In avvio di ripresa è arrivato il pareggio di Parolo, ma una disattenzione di Marusic ha consentito a Linssen di portare nuovamente avanti gli olandesi. A 20 minuti dalla fine è arrivato l’uno-due decisivo della Lazio: prima Immobile, ottimamente servito da Caiedo (uno dei migliori in campo), ha portato il punteggio sul 2-2, poi Murgia ha approfittato di un errore della retroguardia del Vitesse per firmare il decisivo 3-2. La Lazio si porta al comando del girone insieme al Nizza, autore di una prestazione determinata sul campo dello Zulte Waregem.

Così in campo

Vitesse (5-3-2): Pasveer; Dabo, Kashia, van der Werff, Miazga, Buttner; Bruns, Linssen, Foor; Rashica, Matavz. Allenatore: Fraser
Lazio (3-5-2): Strakosha; Bastos, De Vrij. Luiz Felipe; Marusic, Parolo, Di Gennaro, Murgia, Lukaku; Luis Alberto, Caicedo. Allenatore: Simone Inzaghi

Il primo tempo

Partita divertente già dal primo tempo. In avvio la Lazio sfiora il vantaggio con un colpo di testa di Luis Alberto su cross di Marusic che esce di poco. Risponde il Vitesse con Kashia, che manda fuori di poco sugli sviluppi di un calcio di punizione dall’out di destra. Dopo una fase di lotta nella parte centrale del primo tempo, il Vitesse trova il vantaggio al 33’: cross perfetto di Rashica da destra, Marusic è in ritardo e Matavz è libero in area e può appoggiare in rete a due passi dalla porta. Nel finale ci provano Felipe Caicedo e Luis Alberto, ma gli olandesi vanno a riposo con una rete di vantaggio.

La ripresa

La Lazio si ripresenta in campo con Immobile (che rileva Luis Felipe) e con un atteggiamento migliore. Al 51’ dopo una serie di rimpalli al limite dell’area, Parolo trova uno splendido sinistro sul quale il portiere Pasveer non può nulla. Dura pochissimo però il pareggio della Lazio: ancora una volta cross basso di Rashica dalla destra, ancora una volta Marusic in ritardo in chiusura e Linssen infila da pochi passi il 2-1. Il Vitesse ha due grandi occasioni per chiudere la partita, prima al 63’ con Matavz dalla distanza (sul quale è bravo Strakosha a deviare sopra la traversa), poi un minuto dopo con Bruns che, servito di tacco da Rashica, spedisce a lato di un soffio il pallone che avrebbe chiuso i discorsi. Gol mangiato-gol fatto, il proverbio si rivela esatto ancora una volta pochi minuti più tardi: Immobile viene servito dal buon Caicedo di tacco e con un piattone rasoterra porta la gara sul 2-2 al 67’. Passano 10 minuti e arriva il colpo del ko che vale la definitiva rimonta; il difensore Van Der Werff sbaglia clamorosamente e consente a Murgia di presentarsi davanti al portiere e batterlo con un tiro strozzato. Il Vitesse si butta in avanti alla ricerca del pareggio, ma Castaignos (ex Inter subentrato in corsa) spreca di testa all’86’ l’unica occasione di pareggiare per gli olandesi. Finisce 3-2 in rimonta per la Lazio che ottiene una preziosa vittoria in trasferta, l’Italia fa 3 su 3 nella prima giornata di Europa League.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 208 volte