Cagliari-Sassuolo 0-1: l’ex Matri non perdona, primo sorriso per Bucchi

CAGLIARI – Il Sassuolo, al quinto tentativo, ottiene il primo successo in campionato e lo fa in maniera prestigiosa espugnando per 1-0 la Sardegna Arena. Decisivo su rigore l’ex Alessandro Matri al 60′, dopo che nel primo tempo lo stesso attaccante neroverde si era fatto neutralizzare un altro penalty da Cragno. Per i padroni di casa inatteso stop dopo due successi di fila e prestazione negativa di Leonardo Pavoletti, ancora a secco di gol in questa stagione.

MATRI PREFERITO A FALCINELLI – Rastelli e Bucchi fanno turnover in attacco: Farias per Sau per i sardi, Matri per Falcinelli per gli ospiti. E’ il Sassuolo a rendersi subito pericolo al 5′: cross al centro di Adjapong, tuffo aereo di Missiroli e Cragno si salva con l’istinto, poi Pisacane dice no alla respinta di Matri. La gara ha ritmo ed emozioni, Farias non incide i testa come vorrebbe e Matri, all’11’, si vede annullare per fuorigioco un tap-in vincente dopo il tiro di Lirola.

MALE PAVOLETTI – Tutti attendono il primo gol di Pavoletti, ma l’ex centravanti del Napoli è protagonista in negativo: prima si mangia un gol quasi fatto nell’area del Sassuolo, poi alla mezzora atterra Matri su un calcio di punizione di Adjapong. Gavillucci indica il dischetto, ma il numero 10, in estate ad un passo dal Parma, sbaglia calciando troppo centrale, ottimo il riflesso di piede di Cragno.

MATRI NON SBAGLIA – Nella ripresa Pavoletti lascia il campo dopo 5′ a Giannetti per un problema fisico. Cambia poco, Cannavaro ha vita facile nella propria area. Mossa vincente di Bucchi che toglie un opaco Politano per Sensi che al 60′ si guadagna il secondo rigore dopo aver anticipato Pisacane in un inserimento centrale. Anche in questo caso penalty sacrosanto. Dagli 11 metri si ripresenta con coraggio Matri, che stavolta supera Cragno per l’1-0. Esultanza polemica per l’ex cagliaritano, beccato dai suoi ex tifosi. Rastelli si gioca la carta Sau ma non arrivano grandi occasioni per un Cagliari che appare stanco e che nei minuti finali resta praticamente in 10 perché Ceppitelli ha un risentimento muscolare, ma i cambi sono finiti. Nell’ultimo dei 6 minuti di recupero Giannetti si fa respingere in area un tentativo ravvicinato: stasera Consigli e il reparto difensivo ospite non si superano. Poco prima Ragusa si era mangiato un gol solo davanti a Cragno. Bucchi però può tirare un bel sospiro di sollievo con la prima vittoria in campionato su un campo difficile, passo indietro per i rossoblù che devono trovare al più presto il Pavoletti visto a Genova.

CAGLIARI-SASSUOLO 0-1 (0-0)
CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Padoin 5 (17’st Farago’), Pisacane, Ceppitelli, Capuano; Ionita, Cigarini, Barella (33’st Sau); Joao Pedro; Farias, Pavoletti (7’st Giannetti). In panchina: Crosta, Daga, Andreolli, Dessena, Cossu, Miangue, Romagna, Deiola. Allenatore: Rastelli.
SASSUOLO (3-5-2): Consigli; Cannavaro, Acerbi, Letschert; Lirola, Missiroli, Magnanelli, Duncan (33’st Biondini), Adjapong; Politano (3’st Sensi), Matri (31’st Ragusa). In panchina: Pegolo, Mazzitelli, Falcinelli, Peluso, Scamacca, Gazzola, Goldaniga, Rogerio, Cassata. Allenatore: Bucchi.
ARBITRO: Gavillucci di Latina.
RETE: 15’st Matri (rigore) al 60′.
AMMONITI: Barella, Ceppitelli, Magnanelli, Lirola, Cannavaro e Giannetti.
ANGOLI: 5-2 per il Cagliari.
RECUPERO: 2′ e 6′

Fonte: Repubblica

Commenti