Crotone, Tonev rischia di saltare il Benevento

I giocatori del Crotone dopo la sconfitta con l’Atalanta, foto Getty

Archiviata la pesante sconfitta subita contro l’Atalanta, il Crotone è tornato in campo per preparare la delicata sfida di domenica contro il Benevento. Problemi per Nicola che rischia di dover fare a meno di Tonev

Solo un punto conquistato in cinque giornate, un gol segnato e ben undici subiti. Non è sicuramente un inizio esaltante di stagione per il Crotone, reduce dalla pesante sconfitta maturata nel turno infrasettimanale contro l�™Atalanta. Un 5-1 che non ammette repliche per i calabresi, affondati dai colpi di Petagna, Caldara, Ilicic e Gomez. L�™occasione per riscattarsi c�™è eccome, visto che la prossima sarà una sfida salvezza. Allo Scida infatti arriva il Benevento, unica squadra ancora a secco in questo primo scorcio di stagione. Per i rossoblu è una grossa occasione per ottenere la prima vittoria in campionato e allontanarsi dal fondo della classifica. La squadra di Nicola è già tornata in campo per preparare il delicato match con i giallorossi, reduci dal poker subito in casa dalla Roma

La gara con il Benevento sarà già decisiva per il futuro di entrambe le formazioni, il Crotone dunque non ha nessuna intenzione di abbassare la concentrazione. Non mancano però i problemi per Nicola che, molto probabilmente, dovrà fare a meno di Tonev come riporta il comunicato diramato oggi dalla società calabrese. “Allenamento pomeridiano per gli squali in vista della gara di domenica contro il Benevento, in programma alle ore 15 allo Scida. I ragazzi di Nicola si sono ritrovati presso il centro sportivo e i lavori sono iniziati alle ore 15. Scarico per chi ha giocato contro l�™Atalanta, mentre il resto del gruppo ha svolto lavoro tattico, partite a pressione e partita a metà campo. Ha svolto la seduta con i compagni Nalini, mentre Martella ha lavorato a parte. Tonev, uscito in avvio di gara per un problema fisico, verrà sottoposto nelle prossime ore ad esami strumentali”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 74 volte