Gli interventi di Beppe Accardi, Umberto Zapelloni, Massimo Briaschi e Francesco De Luca a Radio Crc

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Beppe Accardi

“Il lavoro del Napoli è patito 3 anni fa e di anno in anno il gruppo diventa sempre più solido, ma non è un caso se questa squadra gioca così bene. Si tratta di una programmazione che sta dando i suoi frutti e non ci si può meravigliare di qualcosa che era fisiologico. I giocatori sanno come si muove Koulibaly, come vuole la palla Mertens ed è proprio la continuità a fare la differenza. 

Oggi tutti ci meravigliamo del gol spettacolare di Mertens, ma non è frutto solo della sua qualità tecnica, ma della tranquillità che gli dà la squadra e che gli consente di azzardare giocate come quelle contro la Lazio. 

La Juve ha perso alcuni equilibri perché alcuni calciatori sono andati via e altri sono usurati. Il Torino che ha grade entusiasmo divent a questo punto un avversario scomodo, ma il Napoli deve restare attaccato e poi nel rush finale provare l’allungo”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Umberto Zapelloni, vice direttore della Gazzetta dello Sport

“De Laurentiis ha uno spessore di livello e idee progressiste. La sua idea di calcio va seguita e quando il primo bando di offerta televisiva era caduto nel vuoto, tutti pensammo che il calcio italiano non poteva valere così poco e che qualcosa in quell’offerta non era stato ben congegnato. Il fatto stesso che in Lega si stia pensando ad un manager conferma che qualcosa c’è da cambiare. 

Il primo turno in Champions League non ha fatto bene all’Italia, ma il calcio italiano ha frequentato la finale nelle ultime edizioni per cui non credo sia in crisi. 

Alla sesta giornata potrebbe esserci la prima fuga solitaria, del Napoli. Il derby di Torino non sarà semplice per la Juventus anche perché il Toro è migliorato ed ha voglia di rovinare i piani bianconeri. Il Napoli invece dovrebbe avere meno difficoltà con la Spal e iniziare a pensare all’Europa”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Massimo Briaschi, procuratore di Maggio

“Maggio ha risposto con i fatti a chi avesse dei dubbi. Lui è un professionista eccellente, si fa trovare pronto in qualsiasi momento anche se passa del tempo in panchina. Maggio si allena bene e quando Sarri ne ha bisogno è sempre pronto. E’ integro e credo che possa far bene per altri due anni, ne sentiremo parlare ancora. 

Il Napoli è maturato e questo potrebbe essere l’anno giusto, ma non è facile perché ci sono squadre importanti. Si deciderà all’ultima partita, ma il Napoli è lì e per Maggio lo scudetto a Napoli sarebbe una cosa incredibile. Non conosco le voci dello spogliatoio, ma il Npoli oggi è la squadra che fa vedere il più bel calcio, ha giocatori che si integrano nel gioco in modo eccezionale e nascondersi è forse normale però l’ambiente è abbastanza convinto che dil Napoli lotterà per lo scudetto, poi per vincerlo ci vorranno tante cose.

Spero che Maggio possa giocare così come sta facendo, ma poi solo l’allenatore ha il termometro della squadra. Non so se domani giocherà, ma lui potrebbe giocarne anche tre di fila”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Francesco De Luca, capo dei servizi sportivi del Mattino

“La serie positiva del Napoli e il numero significativo di gol dimostra che Sarri sta unendo alla bellezza del gioco, i risultati. In questo primo scorcio di stagione il Napoli è stato solido e oltre alla parentesi Ucraina, la squadra è stata lineare anche dal punto di vista difensivo. 

Ho visto una sola partita per interro della Spal, contro l’Inter e ho visto una squadra tonica, che gioca bene, ha delle idee ed è propositiva. Certo, manca qualcosa in fase di realizzazione, ma a prescindere dai risultati, va presa in considerazione e tra le neopromossa è quella che è partita meglio. In questo momento la priorità del Napoli è il capponato e credo che la squadra azzurra sarà sempre concentrata, anche domani contro la Spal. Il Torino è in salute e sono convinto che farà un’ottima partita contro la Juve per cui non è da escludere che il Napoli possa trovarsi da solo in vetta alla classifica. Non so che formazione scenderà in campo contro la Spal, immagino che Allan possa rifiatare, in difesa può rientrare Hysaj, ma non credo che Sarri farà grandi cambi. 

Il campionato a 20 squadre non ha senso, c’è uno squilibrio di valori incredibile e tornare a 16 sarebbe giusto perché renderebbe il campionato più spettacolare”. 

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Commenti