Bagni, Bruscolotti, Carnevale e Giordano in coro: “Certo, questo Napoli può vincere lo Scudetto!”

Dal Corriere dello Sport, alcuni commenti di grandi ex azzurri sul Momento del Napoli

Salvatore Bagni: «Il Napoli di Sarri sta conquistando chiunque: lo sta facendo attraverso un’organizzazione ed una spettacolarità che ritengo persino superiore a quella della squadra che vinse il primo scudetto. Noi avevamo tantissima qualità, a cui andava aggiunto Diego Armando Maradona, che apparteneva ad un altro pianeta; questo Napoli ha un collettivo straordinario, nel quale fatico a trovare punti deboli. Sarri è strepitoso, ha dato alla squadra pure la maturità che le mancava e che ora le fa battere le cosiddette piccole persino in gare sotto ritmo. Ma sono gli schemi che rapiscono: per me è il calcio più bello della storia del club. E sono curioso di vedere Manchester City-Napoli: sarà da applausi».

Giuseppe Bruscolotti :«E’ bello vedere il Napoli lassù, fa un piacevole e etto, e a chi pensa che il primo posto possa far venire le vertigini io rispondo che questa sta diventando quasi la normalità, perché è già accaduto nel recente passato. Sono tre anni che questa squadra sta lavorando su un calcio così appassionante, essere la lepre del campionato è piacevole: è anche vero, però, che siamo all’inizio e che i primi scontri diretti, che arriveranno dopo la sosta, aiuteranno a capire. Napoli e Juventus sono le favorite, ma io nel lotto delle pretendenti inserisco anche la Roma, protagonista nelle stagioni più recenti, e questa Inter che Spalletti sta plasmando: bisogna veri­ficare la forza dei nerazzurri. Io comunque punto sul Napoli. Ci spero».

Andrea Carnevale: «Certo che merita di vincere questo scudetto. Penso che con la Juventus ci sarà s­ da sino alla ­ ne, perché i bianconeri hanno valori assoluti indiscutibili, ma il Napoli ha un anno in più di esperienza e se lo merita per tutto quello che ha fatto vedere in queste ultime stagioni. Lo scudetto rappresenterebbe un riconoscimento alla Grande Bellezza del calcio di Maurizio Sarri, che va premiato con lo titolo italiano. Ce la devono mettere tutta, perché hanno i mezzi tecnici e le qualità per riuscire ad imporsi. Non sarà semplice, ma stavolta, per quello che suggeriscono queste prime giornate, esistono le condizioni generali affinché ciò succeda».

Bruno Giordano: «Non direi “può” farcela. Deve farcela: per vari motivi. Perché gioca un gran calcio, che fa divertire, e perché ormai sono passati tanti anni dall’ultimo scudetto. Credo che sia giusto, per una città che vive di calcio come poche, conquistare un traguardo del genere. E poi c’è da dire che guardare il Napoli, in tv, e meglio ancora allo stadio, è appagante per chi ama questo sport. Tu sai sempre che sta per accadere qualcosa, che c’è uno schema pronto a stupirti. Il Napoli sta meravigliando ma questo ruolo di antagonista principe della Juventus è il frutto di un progetto che va avanti da anni. Sarà un duello appassionante sino all’ultima giornata di campionato».

Commenti