Zaza, rottura parziale del menisco esterno

“Il menisco è rotto, ma finché il ginocchio non dirà basta lui giocherà”

Parole chiare e che non lasciano spazio a troppe interpretazioni quelle di Marcelino, che ha spiegato come la situazione dell’attaccante italiano sia definita. “Da ormai un po’ di tempo Simone Zaza convive con una lesione parziale del menisco esterno – ha spiegato l’allenatore del Valencia -. Accusa alcuni fastidi che durano per un breve periodo di tempo, ma dopo circa tre giorni riprende ad allenarsi in maniera normale. La sua è una situazione che può protrarsi ancora e andare per le lunghe, finché la lesione di cui soffre condizionerà l’articolazione o bloccherà del tutto il ginocchio, rendendo necessario il ricorso all’intervento. Intanto per questa domenica contro l’Espanyol il giocatore è a disposizione, si è allenato bene e senza particolari limitazioni. Poi certo, può succedere che il ginocchio gli si blocchi anche domani, ma la cosa sicura è che noi non prenderemo mai una decisione che possa mettere a rischio la sua salute. Il menisco di Zaza resta rotto, ma lui giocherà e si allenerà finché il ginocchio non dirà basta”. E sulla ipotesi di un possibile ritorno sul mercato Marcelino ha chiosato: “Manca ancora un po’ di tempo al mercato invernale – ha concluso -, al momento non sto pensando ad alcun intervento”. Secondo quanto raccolto da DepCOPEValencia, il club deciderà dopo la partita contro il Barcellona, approfittando dello stop natalizio, se Zaza si opererà o meno. I tempi di recupero sarebbero stimati in circa 6-8 settimane.

 

Fonte: Sky

Commenti

Questo articolo è stato letto 230 volte