Veltroni: “Via politica e maggioranze dal calcio”

Nel giorno delle dimissioni di Carlo Tavecchio, Walter Veltroni è intervenuto a Sky Sport 24 per analizzare la situazione del calcio italiano e provare a tracciare una strada per far ripartire il movimento calcistico nel nostro Paese: “Siamo in una situazione del calcio italiano molto difficile, questa crisi è la conferma di un male profondo. In una federazione sportiva ciò che conta sono i risultati sportivi. Ho sentito parlare troppo di politica e di maggioranze. Invece c’è un problema più serio: nelle Federazioni l’importante non è il risultato sportivo, ma essere eletti. Quindi ciò che conta ormai sono i voti. Il modello sportivo nel quale viviamo non ha come fine il risultato sul campo. “La mia maggioranza” si più dire in una Federazione calcistica? Bisognerebbe fare il bene del calcio italiano, non credo che il commissario tecnico della Nazionale possa essere il problema del calcio italiano, in un momento in cui la Lega Serie A e la Lega Serie B sono commissariate. Mi dispiace che si sia scaricata tutta la colpa sulle spalle di Ventura: quanti sono i calciatori italiani che oggi sanno saltare l’uomo? Ormai non conta essere abili, ma essere grossi fisicamente. Noi dobbiamo tornare a insegnare la qualità del calcio. Nel nostro calcio c’è troppa tattica e troppa palestra, mentre si studiano poco i fondamentali”.

Fonte: SkySport

Commenti