Sassuolo, Goldaniga: “C’è molto da lavorare”

Dopo la bella vittoria ottenuta nell’ultimo turno contro il Crotone, il Sassuolo di Iachini si prepara ad affrontare nel prossimo turno la Sampdoria a Marassi, domenica alle 15:00. Un’occasione per migliorare ancora la classifica che vede ora i neroverdi a quota 14 punti dopo le prime 16 gare giocate. Anche quest’oggi la squadra è scesa in campo sotto gli occhi dell’allenatore e del suo staff tecnico per una doppia seduta in programma al mattino e al pomeriggio. Restano da valutare le condizioni di quei calciatori che ancora non hanno recuperato appieno dalle rispettive problematiche fisiche, sarà lo stesso Iachini a capire se qualcuno potrà tornare in campo già nella prossima gara. Sempre nel pomeriggio, inoltre, il difensore neroverde Edoardo Goldaniga ha poi parlato in conferenza stampa affrontando numerose tematiche tra cui anche il momento della formazione e le aspettative per questa stagione. Queste le sue considerazioni.

Sul prossimo avversario e sul momento del gruppo

“Sappiamo che la Sampdoria è forte, soprattutto in casa dove ha quasi sempre vinto. Sarà una gara difficile ma giocheremo per i punti. Loro hanno un allenatore molto preparato che prepara al meglio le gare. Il loro reparto offensivo è molto forte e Marassi è uno stadio con una tifoseria molto calda. Domenica erano importanti i tre punti visto la classifica, ma sono serviti anche per il morale e per il gruppo. Anche il successo dell’Atalanta sul Genoa ci ha aiutato ma c’è ancora molto da lavorare”.

Su allenatore e compagni di reparto

“Iachini l’ho già avuto a Palermo e mi fa piacere riaverlo qui ma sono stato bene anche con Bucchi con cui dovevo trovare modo di cogliere la mia occasione per entrare in campo. Ma al momento il mio bilancio è negativo perché l’infortunio non mi ha permesso di lavorare e di giocare, ma sono sicuramente contento della scelta che ho fatto, il Sassuolo è una società importante ed ambiziosa e Iachini è un gran maestro di calcio, è molto attento su ogni dettaglio. Ha le idee chiare ma purtroppo la settimana scorsa non abbiamo avuto modo di conoscerlo bene visto l’impegno in coppa Italia. Cannavaro e Acerbi? Da loro ho solo da imparare, sono giocatori che hanno dato tanto e possono dare ancora molto. Posso solo imparare e copiare da loro”.

Sul futuro

“Ora pensiamo partita per partita, sappiamo di avere Inter e Roma, ma ora ragioniamo sulla Sampdoria. Vogliamo ottenere più punti possibili da qui alla pausa. Nel calcio non si può sapere cosa accadrà. Il mister è però attento su tutto, vuole concentrazione su ogni aspetto e l’attenzione non può calare dal 1’ al 90’. Domenica le contestazioni? Sappiamo che i tifosi ci tengono e chiedono un saluto a fine match. Con il Crotone non ci siamo andati, colpa nostra, lo faremo per la prossima partita”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 289 volte