Brasile, sul calcio di rigore spunta un mitra

“Ninho non aver paura… di sbagliare un calcio di rigore”. La rivisitazione brasiliana del capolavoro di De Gregori trova la sua dimensione in un video che circola in rete in questi giorni. Siamo in una favela di Rio De Janeiro: non c’è il Var, è già tanto che ci sia un arbitro, che se la vede con una folla mai vista prima. Non sugli spalti, sia chiaro: il pubblico è in campo, a pochi passi dal tiratore scelto. E’ proprio il caso di chiamarlo così perché alle spalle del rigorista c’è un “tifoso” (?) che impugna un mitra. Pazzesco.

“Non è mica da questi particolari
Che si giudica un giocatore”

Insomma… non sarà da questi particolari che si giudica un giocatore, ma quando ti ritrovi sul dischetto attorniato da centinaia di persone che aspettano soltanto la tua battuta, il sangue freddo sì, lo si giudica eccome. Com’è andata a finire? Conclusione impeccabile a spiazzare il portiere e scatta la festa. Però che pressione… È proprio vero: 

“Un giocatore lo vedi dal coraggio”
(e poi anche, sì, dall’altruismo e dalla fantasia, ma quello dopo)

Fonte: Sky

Commenti