Roma, Fazio al 94′ col Var: 1-0 al Cagliari

Le scelte degli allenatori: così in campo

Di Francesco, come detto, si affida a Dzeko e Schick in attacco, con il tridente completato da Perotti (4-3-3). A centrocampo torna De Rossi, affiancato da Pellegrini e Nainggolan. Al centro della difesa spazio alla coppia Manolas-Fazio; nel Cagliari (3-5-2 o 3-5-1-1), Lopez recupera il giovane Barella ma non Faragò (fastidio ai flessori della coscia sinistra). In mezzo al campo promosso titolare Van der Wiel dopo la buona prova di una settimana fa. Davanti la scelta è Joao Pedro come spalla di Pavoletti.

Roma aggressiva ma…

Piede subito sull’acceleratore per la Roma, che aggredisce con gli esterni sia a destra che a sinistra. Il Cagliari, invece, che si difende bene e con ordine nella propria metà campo, non rinuncia ai tentativi di creare insidie con i centrocampisti, soprattutto con gli inserimenti palla al piede di Barella. Il primo tentativo di sbloccare è il risultato è però dei giallorossi: al 12’ buona l’azione che si sviluppa da destra con Kolarov. L’ex City entra in area e prova il diagonale che trova pronto Cragno. L’impeto iniziale, però, si spegne e la Roma fatica a trovare sbocchi. Squadra talvolta lunga, con Di Francesco che si sgola nel chiedere alla difesa di accorciare sulla linea di centrocampo. Ma non solo. Manca la velocità nella circolazione di palla e quindi nella costruzione.

Cagliari, tanta densità. Roma, si (intra)vede Nainggolan

L’unica attenuante alle difficoltà della Roma sta nella densità in mezzo al campo della squadra di Lepez, circostanza che riduce al minino la possibilità di trovare varchi per arrivare in “zona Cragno”. Quando di provano Dzeko e Nainggolan, nel primo caso il bosniaco viene stoppato al limite dell’area, mentre nel secondo il belga sfiora il palo alla sinistra del portiere. Poco dopo, al 33’, il portiere rossoblù è bravo nel respingere un tiro da fuori dello stesso Nainggolan.

Aumenta il ritmo, il risultato non cambia

I giallorossi alzano ritmo e pressione, ma non sono costanti. Ci prova Perotti con un’azione personale che, poco prima del break, crea superiorità numerica ma si esaurisce in un altro tiro neutralizzato dalla difesa del Cagliari. Gli ospiti reggono e grossi rischi non li corrono. Anzi, qualche imprecisione spaventa il pubblico di casa in un finale di tempo che, senza giri di parole, è davvero brutto.

Fonte: SkySport

Commenti