Verona per il Milan è sempre “fatale”: la storia

Il Milan cade ancora nella “Fatal Verona”. Una tradizione negativa nata nel ’73 e che, a distanza di 44 anni, continua a ripercuotersi sui rossoneri. Certo la sconfitta di oggi non fa male quanto la prima, che arrivò all’ultima giornata di uno dei campionati più equilibrati di sempre. Il Milan si presentò il 20 maggio al “Bentegodi” da prima classificata con 44 punti, uno in più dell’accoppiata formata da Lazio e Juventus. Quest’ultimi erano attesi dalla trasferta di Roma, i biancocelesti erano ospiti del Napoli. La squadra guidata allora da Nereo Rocco era reduce dalla vittoria nella finale di Coppa delle Coppe e, visto il viaggio stancante a Salonicco, aveva chiesto senza successo uno spostamento della partita al giorno dopo. I rossoneri pagarono a caro prezzo la stanchezza e si ritrovarono sotto di tre reti dopo 25 minuti. Le cose non migliorarono, anzi peggiorarono, nella ripresa con i veronesi che chiusero con uno storico 5-3. Nonostante questa clamorosa sconfitta, a tre minuti dal termine il Milan sperava ancora in uno spareggio. Lazio e Juventus infatti pareggiavano, ma a quel punto accadde l’impossibile. Il gol di Damiani mise ko la Lazio e nel frattempo, un centinaio di km in su, un gol di Cuccureddu regalò il gol del vantaggio alla Juve. Rete che valse il 15° scudetto dei bianconeri, con il Milan che perse un campionato a dir poco clamoroso. Fu allora che prese vita la “Fatal Verona”.

Fonte: SkySport

Commenti