Quel derby di Coppa deciso dall’Icardi… del Milan

Storia di oltre 30 anni fa, quando Icardi era Andrea Icardi, mentre Mauro non era nemmeno nei pensieri di mamma Analia e papà Juan. Classe 1963, Icardi Andrea è un milanese doc, uno dei migliori prodotti del vivaio casciavit che, oltre a lui, sfornerà anche Filippo Galli e Alberico Evani. Al Milan non vive certo gli anni d’oro – dal 1980 al 1986 facendo esperienza di entrambe le retrocessioni – ma almeno ha la soddisfazione di fare il suo debutto in Serie A, appena diciottenne, con la maglia del club che l’aveva cresciuto. Succede il 25 ottobre 1981, avversario proprio l’Inter. Finisce 1-0 per i nerazzurri con gol di Oriali, il suo dirimpettaio a centrocampo. Lui, negli anni in rossonero, si arrangerà come mediano, ma anche da terzino: moto perpetuo e  grinta da mordicaviglie che gli valgono il soprannome di “piccolo Vogts”, in onore al mastino tedesco, campione del mondo con la Germania Ovest nel 1974, che di nome faceva Berti. Giusto per continuare a scherzare coi santi, quelli nerazzurri. Pochi, pochissimi, i gol, cosa che a leggere oggi il cognome suona un po’ come una contraddizione: con il Milan, in campionato, solo 5 in 117 partite tra A e B. E un altro in Coppa Italia.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 474 volte