Torino-Juventus LIVE dalle 12.30

L’occasione giusta per dimostrare che le critiche ricevute contro il Tottenham, per la gara di Champions pareggiata allo Stadium sono state esagerate. La Juventus riparte dal derby per proseguire la rincorsa al Napoli e puntare a quell’obiettivo che lo stesso allenatore, Massimiliano Allegri, ha dichiarato come primario: vincere lo Scudetto. Primo derby della Mole per Walter Mazzarri che con il suo Torino proverà a sgambettare la Juve e a conquistare tre punti che valgono molto più della classifica per regalare a Cairo una gioia che negli anni della sua presidenza ha provato soltanto una volta. È il derby della Mole numero 146 in Serie A: finora 68 vittorie della Juventus contro i 35 successi del Torino; 42 le sfide terminate in parità. La Juve è infatti il club contro cui il Torino ha perso più partite e subito più reti (224) nella massima serie. Il Torino ha vinto solo uno degli ultimi 23 derby di Serie A (aprile 2015): nel parziale 17 successi bianconeri e cinque pareggi. Prima dello 0-4 dell’andata, però, i granata avevano trovato la rete per sei derby di fila in campionato, hanno inoltre subito gol in tutti gli ultimi 13, per una media di due a partita. La Vecchia Signora ha segnato quattro gol in tre degli ultimi sei derby tra campionato e Coppa Italia. Sei i cartellini rossi estratti negli ultimi 11 derby di campionato: quattro ai danni del Torino, due per la Juventus. L’ultimo giocatore capace di segnare una tripletta in un derby della Mole di campionato è stato Gianluca Vialli nel 1995. Il miglior marcatore nella storia dei derby di Torino in Serie A è Giampiero Boniperti (13 reti).

PRECEDENTI IN CASA DEL TORINO

Anche in casa del Torino il bilancio dei derby di Serie A è a favore della Juve: 30 vittorie a 19, con 23 pareggi a completare il quadro.

Il Torino ha segnato in tutti gli ultimi tre derby casalinghi in Serie A, dopo cinque sfide interne con i bianconeri in cui non aveva realizzato nemmeno un gol: nel parziale un successo granata e sette vittorie per la Vecchia Signora.

ANTICIPO DOMENICALE

Il derby di Torino si è giocato alle 12.30 della domenica anche bel settembre 2013: vittoria bianconera con gol partita di Paul Pogba.

La Juve ha vinto 12 degli ultimi 13 anticipi della domenica disputati in Serie A, pareggiando l’altro.

I granata, dal canto loro, non hanno perso nessuna delle ultime sei gare giocate all’ora di pranzo: due vittorie e quattro pareggi.

STATO DI FORMA

Dall’arrivo di Walter Mazzarri, il Torino ha ottenuto tre successi in cinque partite di campionato (2N), tanti quanti ne aveva registrati nei precedenti 16 incontri.

Granata a punteggio pieno in casa con Mazzarri in panchina: tre vittorie su tre, otto gol fatti, zero subiti.

Qualora dovessero tenere la porta inviolata, i granata eguaglierebbero il loro record di partite interne di Serie A di fila senza gol subiti (cinque), registrato l’ultima volta nel gennaio 1995.

La Juventus ha vinto tutte le ultime otto gare di campionato: non arriva a nove di fila da maggio 2016 (10 in quel caso).

I bianconeri hanno subito un solo gol nelle ultime 11 gare di campionato, nessuno nelle ultime cinque.
La Juventus trova il gol da 26 trasferte consecutive di Serie A – è la striscia lunga nella competizione.

STATISTICHE GENERALI

È dal 1959/60 che una squadra non segna almeno 61 gol dopo le prime 24 gare di Serie A: anche in quel caso era la Juventus.

36 punti dopo 24 giornate: dall’introduzione dei tre punti a vittoria (1994/95) il Torino non ha mai fatto meglio a questo punto del campionato in Serie A.

La Juventus concede in media 2.3 tiri nello specchio a partita – nessuna squadra ne subisce meno nei maggiori cinque campionati europei.

Solo l’Inter (nove) ha segnato più gol di testa di Juventus e Torino (sette ciascuna) nel campionato in corso. Inoltre, nessuna squadra ne ha subiti meno delle due formazioni piemontesi (tre per parte).

Sono 11 i gol da fuori area della Juve, primato nella Serie A 2017/18; terzo in graduatoria il Torino con otto.

Il 57% dei gol del Torino (20 su 35) è arrivato nei primi tempi: è la più alta percentuale del torneo. Tuttavia, la Juve è il club che ha subito meno reti nella prima frazione, soltanto sei.

Quella bianconera è la squadra più prolifica su situazioni di palla inattiva, con 18 gol, mentre solo il 20% dei gol del Torino è arrivato da calci piazzati – la percentuale più bassa di questa Serie A.

Di fronte la squadra che ha segnato più gol su punizione diretta in questa Serie A (Juventus, 4) e una delle due – Torino insieme al Crotone – che ne ha concessi di più dalla stessa situazione di gioco (3).

Il Torino è la squadra che ingaggia più duelli (in media 114 a partita), la Juventus quella che in percentuale ne vince di più (54%).

Un solo rigore per il Torino (nessuna squadra ne ha avuti meno in questa Serie A), calciato da Belotti e parato da Sorrentino.

FOCUS GIOCATORI

Domenica scorsa Andrea Belotti è tornato al gol dopo un digiuno durato 57 giorni; il “Gallo” è ad una lunghezza dai 50 gol in Serie A.

Belotti ha realizzato due gol contro la Juventus in Serie A – entrambe le reti sono arrivate all’Olimpico Grande Torino.

Gonzalo Higuaín ha preso parte ad almeno una rete in tutte le ultime quattro sfide contro il Torino in Serie A: nel parziale per l’argentino quattro gol e un assist.

Tra gol e assist Miralem Pjanic ha partecipato a 10 reti in 11 partite di Serie A contro il Torino: quattro marcature (primato personale) e sei passaggi vincenti.

Tre le reti di Paulo Dybala contro i granata in campionato, inclusa una doppietta nel derby d’andata.
Anche Claudio Marchisio ha segnato tre gol (in nove match) contro il Toro in Serie A: contro nessuna squadra ne ha realizzati di più.

Solo Alejandro Gomez (60) vanta più dribbling riusciti di Douglas Costa (54) in questo campionato).

L’unico cartellino rosso di Sami Khedira in Serie A è arrivato nel derby del marzo 2016, vinto comunque dalla Juventus per 4-1 (un gol per il tedesco).

M’Baye Niang è andato a segno in due delle ultime tre gare giocate all’Olimpico Grande Torino. Iago Falque ha preso parte attiva a otto degli ultimi 12 gol del Torino in campionato – quattro reti e quattro assist per lui.

Falque è un ex della partita: ha giocato nel settore giovanile della Juventus, senza però mai esordire in prima squadra.

Altri ex bianconeri ora al Torino sono Cristian Molinaro (65 presenze in A tra il 2007 ed il 2009), Emiliano Moretti (otto gare in campionato nel 2002/03) e Tomás Rincón (13 match di Serie A con la Juve nella seconda metà della scorsa stagione).

Sul fronte opposto, Kwadwo Asamoah è stato tesserato dal Torino nel 2008 ma non ha mai esordito con la prima squadra.

La prossima sarà la presenza numero 50 in Serie A con la maglia del Torino per Adem Ljajic, ma non scende in campo dallo scorso 16 dicembre.

ALLENATORI

Cinque pareggi nei 10 precedenti in Serie A tra i due allenatori: tre vittorie per Massimiliano Allegri, due per Walter Mazzarri.

In casa Mazzarri ha perso solo una volta in nove confronti di campionato con la Juve: tre vittorie, cinque pareggi.

Per Allegri otto vittorie e una sola sconfitta nei 12 confronti di Serie A contro il Torino da allenatore.

ARBITRO E DISCIPLINA

187ª direzione di gara per Daniele Orsato in Serie A, 11ª stagionale.

Il Torino ha vinto solamente due delle 13 gare arbitrate da Orsato in Serie A (4N, 7P), tuttavia entrambi i successi granata sono arrivati in gare casalinghe.

La Juventus ha ottenuto il successo in 12 delle 27 partite arbitrate da Daniele Orsato in Serie A, 10 sono invece i pareggi, cinque le sconfitte.

Daniele Orsato ha già arbitrato un derby della Mole nel massimo campionato italiano (novembre 2014), in quell’occasione vinsero i bianconeri 2-1.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 750 volte