Victor Valdes si ritira e… scompare!

L’antefatto riporta la sua storia al 2015: “Quando la luce si spegnerà, e un giorno accadrà, io starò con i miei bambini, insegnando a loro cosa può accadere quando si accende la luce – aveva detto in un’intervista rilasciata alla televisione colombiana RCNSpero che quando si spegnerà la luce sarà difficile trovarmi”. E così è stato, o almeno il suo preambolo. È una scelta diversa quella di Valdes che, fatta la sua fortuna nel mondo del calcio, vuole oggi dare un taglio netto alla sua vita passata. Una scelta opposta rispetto a tutti gli altri calciatori che decidono di continuare a fare quello che sempre hanno fatto, e bene. Nel 2014, dopo tutte quella gloria in blaugrana, a Valdes salta un ginocchio, legamento crociato: rimane fermo 220 giorni. Da quel momento in poi gioca solo dieci partite in due anni. La stagione scorsa, tra i pali del Middlesbrough, il ritorno. Ma è l’inizio della fine, della sua ultima annata. Gioca 28 volte, subisce 36 e la squadra retrocede. Lui invece scompare, senza lasciare traccia sui social, dopo aver però lasciato un segno – quello sì – nel mondo del calcio.

Fonte: Sky

Commenti