CALCIOMERCATO

Priorità all’esterno offensivo: quattro soluzioni per Sarri

Il Napoli all’assalto dell’esterno offensivo. Maurizio Sarri l’aveva fatto intendere nel post-partita di Crotone – parlando di un un rinforzo non nel ruolo in cui tutti pensavano (ovvero il terzino) – e la società ha fatto partire le manovre di mercato per mettere a disposizione del tecnico un giocatore capace di fare tutti quasi tutti i ruoli dell’attacco, rappresentando un’alternativa all’altezza in vista dei tanti impegni tra Campionato e Europa League.
L’obiettivo numero uno è Simone Verdi, classe ’92 del Bologna che Sarri ha già avuto ad Empoli, non a caso proprio dove è iniziata la sua crescita. Non avrebbe bisogno di particolari tempi dì inserimento, conoscendo già il tecnico del Napoli, e potrebbe giocare su entrambi i lati e – in attesa di Milik – adattarsi anche da falso centravanti. Prima di andare su altri profili, il Napoli attende una risposta definitiva dal giocatore che preferirebbe proseguire la crescita da leader a Bologna per poi ascoltare tutte le offerte in estate. Qualora il ds Giuntoli incassasse la disponibilità, non sembrerebbe un problema accontentare il Bologna sui 22-25mln con una serie di bonus. Parallelamente proseguono i contatti per Gerard Deulofeu, classe ’94 del Barcellona che potrebbe vedersi chiuso ulteriormente lo spazio dall’arrivo di Coutinho e che con ogni probabilità partirà a gennaio. Su di lui anche altri club italiani, ma il Napoli nell’eventualità potrebbe spuntarla avendo la liquidità per assicurarsi il cartellino senza ricorrere a prestiti con diritto o obbligo di riscatto. Altra opzione è Matteo Politano del Sassuolo: il club neroverde non vuole privarsi del giocatore, in grande crescita questa stagione, ma proprio la volontà del ’93 potrebbe cambiare la situazione. Sullo sfondo sempre Amin Younes, classe ’93 che il Napoli s’è assicurato per giugno ma che potrebbe provare ad anticipare andando ad una trattativa con l’Ajax.

Antonio Gaito – tuttoMercatoWeb.com

Commenti
Segui il canale PianetAzzurro.it su WhatsApp, clicca qui