Gli interventi di Luca Telese, Ciro Venerato e Andrea De Marco a Radio Crc

A radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Luca Telese, giornalista

“Penso che gli arbitri in campo abbiano discusso sul fallo di mano di Bernardeschi con la differenza che se il direttore di gara andava a vedere l’azione, avrebbe dovuto poi dare il rigore. Due punti la Juventus non poteva rischiare di perderli a Cagliari, altrimenti non si spiega. 

Il calo della Roma non me l’aspettavo anche perché non può essere addebitato alla panchina corta, è crollata la squadra. Nainggolan a parte, è calata la Roma dal punto di vista della concentrazione e probabilmente la crisi in fase offensiva ha avuto una sua influenza”. 

A radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Ciro Venerato, giornalista

“Machach è atteso giovedì a Castelvolturno e sarà valutato da Sarri, ma il Napoli sta già sondando club amici per permettergli di giocare. La soluzione immediata è il Chievo, a Giuntoli farebbe piacere piazzare il ragazzo in serie A, ma vuole anche garanzie tecniche, la seconda opzione è il Carpi. 

Verdi? E’ a Dubai con la fidanzata e nei prossimi giorni potrebbe essere raggiunto da una telefonata dal Napoli che intanto sta parlando con l’agente. Si è partiti da un no secco di Verdi di 3 settimane fa e si è passati al “ni” della settimana scorsa. Il Bologna è salvo, non credo che possa ambire all’Europa League e non avendo obiettivi immediati e a fronte di una buona valutazione, quella del Napoli per Verdi, il Bologna può venderlo. Dunque, manca solo il si del ragazzo.

Il Napoli monitora anche le alternative a Verdi e cioè Deulofeu. Ci sono buoni rapporti col Barcellona che valuta il calciatore 20 milioni. Deulofeu vorrebbe 2 milioni più bonus per 5 anni e il Napoli affonderà il colpo solo e se Verdì dovesse sfumare. 

Il Napoli ascolta rumors per Tonelli e ci sono state chiacchierate informali con Ferrero e con l’Udinese. 

Il Napoli ha avuto telefonate dallo Spartak Mosca e dal Besiktas per Giaccherini, ma soprattutto è il Chievo che vuole prenderlo”. 

A radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Andrea De Marco, ex arbitro

“Sono aumentate le proteste anche da parte dei calciatori che credono meno all’utilizzo della Var. Gli errori non sono commessi solo a favore delle big, ricordo un tocco di mano anche in Sampdoria-Sassuolo. 

C’è da capire perché sulle trattenute il Var non interviene. Il fallo di mano di Mertens in Napoli-Crotone è diverso da quello di Bernardeschi perché il Var non si è reso conto immediatamente del tocco, a velocità normale è difficile da vedere. Penso che l’arbitro abbia giudicato il fallo di Bernardeschi un contatto non volontario e il Var non lo ha valutato un chiaro errore. Durante la sosta, credo si chiarisca il concetto di chiaro errore, c’è da chiarire anche quando si deve intervenire in area di rigore”. 

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Commenti

Questo articolo è stato letto 876 volte