Foti: “Chi è Mazzarri, tra record e curiosità”

Un’impresa in comune, una salvezza mitica che rimarrà impressa nella mente non solo di Lillo Foti, ma anche di Walter Mazzarri. L’ex presidente della Reggina conserva con cura i ricordi di quella stagione 2006/2007, quando gli amaranto si salvarono nonostante una penalizzazione di quindici punti, poi ridotta a undici. Adesso Mazzarri guida il Torino, così Tuttosport ha intervistato Foti per carpire qualche segreto del nuovo allenatore granata. “L’avevo fatto seguire a lungo quando era allenatore del Livorno, fece bene e mi convinsi che era l’allenatore giusto per noi. Lo incontrai in autostrada, sulla Firenze-Bologna, all’autogrill di Roncobilaccio. Parlammo a lungo, ma alla fine fu mia moglie a convincerlo a venire a Reggio per cominciare una nuova avventura. Mazzarri è un tipo che si chiude in se stesso, dentro di lui c’è una forza straordinaria che riesce sempre a trasmettere alla squadra. Cosa mi è rimasto impresso di lui? Il panino. Cioè, quando c’era la doppia seduta d’allenamento, non lasciava mai il campo e mangiava un panino. Cura ogni tipo di particolare, si dedica anima e corpo”.

Fonte: SkySport

Commenti