Azzurro Mancini. Juve: è già futuro. Rassegna

Concluso il calciomercato, si torna a parlare di campo. Ma non solo. La movimentata situazione relativa al commissariamento della Federazione attrae su di sé grandi attenzioni: si decide in questi giorni, infatti, il futuro del calcio italiano. E a guidarlo sarà Giovanni Malagò, già presidente del CONI e ora anche nuovo commissario della Lega, affiancato dal suo braccio destro, Roberto Fabbricini, nominato nuovo commissario straordinario. Saranno dunque loro a subentrare a Carlo Tavecchio, dopo che l’assemblea elettiva ha dato risultato nullo. “Un uomo solo al comando – scrive oggi La Gazzetta dello Sport – Malagò in Lega, FIGC al braccio destro Fabbricini. Costacurta sceglie il CT: Roberto Mancini in pole position”. A parlare dell’ex allenatore dell’Inter come probabile successore di Gian Piero Ventura è anche il Corriere dello Sport: “Azzurro Mancini – si legge nel titolo – Via al nuovo corso del calcio: Fabbricini commissario FIGC, Costacurta vice. A Malagò la Lega di A. Tra le priorità il CT della Nazionale: in cima alla lista c’è Mancini, adesso allo Zenit.

Juve, il futuro passa dal mercato

Pochi e silenziosi passi quelli della Juventus in questo mercato invernale. Nessun botto (almeno per ora), ma diverse mosse per darsi un vantaggio in vista di giugno. Se ora c’è da pensare al campo e alle tre competizioni da portare a termine, è anche vero che la dirigenza bianconera ha già chiara quale potrà essere la strada da intraprendere sul calciomercato. Ne parla oggi Tuttosport, che scrive così: “Juve, è già futuro: 4 colpi per giugno, ovvero Emre Can, Pellegrini, Han e Darmian. La società ha sfruttato la sessione invernale per impostare gli affari da concludere in estate. Secondo i tedeschi, i bianconeri vogliono anche Tah, centrale del Leverkusen. Dybala, speranze per la Champions; Bernardeschi e Douglas Costa respiri di sollievo”. Parla di Emre Can anche il Corriere dello Sport, in taglio alto: “Emre Can-Juve: c’è il sì. Il centrocampista del Liverpool ha scelto la squadra di Allegri: si attende l’annuncio. I giocatori in scadenza a giugno sono già liberi di trovare una squadra: anche De Vrij nella lista”.

Inter e Milan: confusi e felici

Da Torino a Milano, dove gli animi e le gerarchie sembrano essersi totalmente ribaltati rispetto a solo poco più di un mese fa. A essere soddisfatto dei risultati raggiunti è oggi il Milan, che con Gattuso in panchina ha cambiato decisamente marcia; l’Inter invece è caduta in una profonda crisi, che difficilmente può essere colmata con l’acquisto di Rafinha. Così titola la Gazzetta dello Sport: “Inter-Milan: confuso (Spalletti) & felice (Gattuso)”. E spiega le ragioni: “Inter: Suning e i motivi di un mercato deludente. Zhang ha già investito 530 milioni, la Cina vieta spese folli. E a Spalletti resta Rafinha. Milan: tra un mese il derby, ecco il piano di Ringhio per la rimonta. I rossoneri dal 3 dicembre in poi hanno rosicchiato 8 punti all’Inter: ora sono a -10. Cutrone-Kalinic: è duello”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 743 volte