Esclusiva Pellegrini: “Mancano solo i risultati”

Quarto posto che dista tre punti, tanto tempo per recuperare ma bisogna farlo subito. Bisogna vincere, dunque, per interrompere anche la serie negativa: la Roma non vince da un mese e mezzo, dal successo col Cagliari di metà dicembre. La risalita dei giallorossi può passare da una delle note più positive della squadra, in questo periodo complesso, Lorenzo Pellegrini. “Sicuramente col Verona è una partita importantissima, da vincere a tutti i costi per uscire da questo momento così da ritrovare serenità, perché ci manca un po’ nei risultati. Per questo faremo di tutto per vincere. Il mio momento è normale, un giocatore è sempre contento quando riesce a giocare tanto ed esprimersi, per il momento per ciò che sto facendo c’è tanto da migliorare e sono relativamente contento, perché alla fine se non si portano a casa i tre punti il resto non conta molto. Dobbiamo vincere, ripartendo da buone prestazioni individuali e di squadra” ha spiegato il centrocampista ai microfoni di Sky Sport. Dopotutto, le possibilità ci sono: “Non vincere dispiace a tutti, ma il mister sotto questo aspetto ha sempre le idee chiare. In questo momento dobbiamo fare tutti qualcosa in più, ed è ciò che cercheremo di fare, perché la partita è importantissima. Il calciomercato non deve diventare un alibi, e questo discorso vale per tutto ciò che ci gira intorno, perché siamo dei professionisti. E’ ciò che ci preme maggiormente fare domenica in campo. Al di là delle cose che si dicono, vedo una Roma a cui manca soltanto il risultato: non ci manca né la condizione né l’aggressività. Dobbiamo vincere e fare punti aiuta a farlo. Ricordiamoci che la nostra stagione non è come tutti la descrivono, il momento è delicato ma siamo agli ottavi di Champions e dobbiamo fare il nostro campionato. Magari alla fine qualcosa l’avremo recuperata”.

Prospettive nazionali

Pellegrini sarà, con ogni probabilità, uno dei pilastri del nuovo corso della Nazionale, che segnerà un importante salto generazionale. “Sento la voglia più che la responsabilità di far ripartire la Nazionale, non perché chi c’è non ci sia riuscito ma perché per i prossimi 15 anni si ripartirà sempre da noi. Quindi non dobbiamo sentire il peso ma far vedere la voglia di lottare per questa nazione, come quando abbiamo giocato con l’under-21 e avevamo tantissimo sostegno. Ripartiamo da questo” ha concluso il centrocampista giallorosso.

Fonte: SkySport

Commenti