OBIETTIVO NAPOLI – La grande bellezza al San Paolo

published at 23:07 in COPERTINA, IN EVIDENZA, OBIETTIVO NAPOLI
OBIETTIVO NAPOLI – La grande bellezza al San Paolo

La vittoria che il Napoli ha ottenuto stasera ai danni della Lazio ha un valore enorme. In primis, perché arriva contro un avversario di assoluto valore, tra le maggiori rivelazioni della stagione, con grandi individualità ed un ottimo allenatore. Ma altri due aspetti rendono prezioso questo successo: la scossa che dà ad un ambiente depresso dai mancati rinforzi di gennaio e dall’infortunio di Ghoulam; e il messaggio che dà al campionato in un momento fondamentale della stagione. Questa grande prestazione è giunta infatti in un momento della stagione in cui la squadra di Sarri sembrava aver sparato tutte le cartucce e non possedesse particolari risorse da impegnare in questa seconda fase di stagione. Stasera, invece, gli azzurri si sono dimostrati più vivi che mai e capaci di una prestazione entusiasmante che lancia un chiaro segnale al campionato: è ora che iniziamo a giocare di nuovo alla grande. La grande bellezza comincia ora!
Eppure le cose per il Napoli oggi non si erano messe per il meglio. Nel primo tempo la Lazio aveva creato grandi problemi agli azzurri grazie alla loro fisicità e alle giocate di Milinkovic Savic. Gli azzurri però non si sono scomposti, hanno continuato a cercare la via per scalfire la difesa biancoceleste, fino alla rete di Callejòn a trovare l’1-1. Di lì in poi la Lazio è uscita dalla gara. Il secondo tempo è stato un esaltante monologo partenopeo. Col passare dei minuti le energie del Napoli sembravano aumentare, insieme alla qualità dei suoi singoli. Sugli scudi Jorginho, maestro nel dettare i tempi di gioco e trovare le verticalizzazioni, sempre con grande personalità, facendosi dare palla tra i piedi e gestendo ogni uscita dal pressing avversario. Ottimo, poi, l’apporto di Hysaj e Mario Rui sulle fasce, che nella ripresa hanno alzato il loro raggio d’azione annichilendo gli esterni avversari. Fondamentale è stato poi l’ingresso di Zielinski che, entrato al posto di uno spento Hamsik, è riuscito ad entrare subito in gara con piglio particolare, proponendosi con velocità e tecnica in quasi tutte le azioni offensive dei suoi. Menzione positiva anche per Tonelli, preciso e concentrato per tutto il match. Inutile, invece, sottolineare l’importanza di Insigne e Koulibaly, soliti trascinatori, e l’efficacia di Callejòn e Mertens in zona gol.
Insomma, il Napoli stasera ha dimostrato di essere più forte della sfortuna e delle inadempienze dei piani alti, con un acuto che lascia ben sperare per il prosieguo della stagione.

Questo articolo è stato letto 1027 volte

You must be logged in to post a comment Login