Benevento, a San Siro per tenere viva la speranza

Terzo giorno di lavoro per il Benevento di Roberto De Zerbi, atteso sabato sera dalla complicata partita di San Siro contro l’Inter di Spalletti. Nel pomeriggio la squadra ha continuato la sua preparazione seguendo l’agenda di avvicinamento al prossimo anticipo mentre ieri i giallorossi sono stati impegnati in un test amichevole con la formazione dell’Under 17 di mister Bovienzo. Dopo l’importante successo contro il Crotone, che ha ridato slancio e sopratutto morale alla squadra e a tutto l’ambiente, il gruppo vuole provare a trovare quella continuità di risultati che gli permetterebbe di tenere sempre più in vita la speranza di una salvezza che solo poche settimane fra non era nemmeno immaginabile. I calciatori giallorossi, però, ci credono e si affidano alle idee di De Zerbi. E’ questo il pensiero che uno degli ultimi arrivati ha confessato a La Gazzetta dello Sport. Concluse le avventure con Arsenal e Manchester City, Bakary Sagna ha scelto una sfida decisamente particolare e in pochissimo tempo si è calato nella realtà Benevento diventando immediatamente un punto fisso del gruppo anche dal punto di vista della personalità.

“De Zerbi un piccolo Guardiola”

“Sapevo delle difficoltà che stava affrontando in classifica perché avevo visto il video del gol del portiere Brignoli al Milan ed ero rimasto incuriosito da quella storia e stupito dall’esultanza di quella tifoseria – ha raccontato nel corso di una lunga intervista proprio il difensore francese – così, quando il mio agente mi ha detto che c’era questa possibilità, ho deciso di andare a parlare di persona con il presidente Vigorito. Non è facile incontrare gente così oggi nel calcio, lui parla della squadra come se fosse una figlia. Ho trovato questo aspetto davvero speciale e sono molto felice di essere qui”. Parole di stima poi per il suo allenatore: “De Zerbi è un piccolo Guardiola perché cura tutti i dettagli e vuole sempre che giochiamo la palla e che ci muoviamo insieme. Tiene moltissimo a questo aspetto. Io sono qui per salvarci, il problema è la classifica ma c’è gente di qualità e di carattere. Sì, possiamo salvarci”.

“Cerchiamo l’impresa”

La speranza c’è, la voglia di lavorare tutti insieme verso un grande obiettivo anche. La strada intrapresa contro il Crotone è quella giusta e sabato c’è l’esame Inter: Sagna è pronto. “Ricordo benissimo la prima volta che ho giocato a San Siro contro il Milan in Champions quasi dieci anni fa. Vincemmo 2-0 e fu una grande prestazione di tutto l’Arsenal. È uno stadio storico, direi speciale. Sarà bello sfidare l’Inter. Non sono quelli del Triplete, ma stanno tornando grandi. Questo però non ci deve importare perché noi vogliamo provare a compiere un’impresa, ce lo impone la classifica”.

Fonte: SkySport

Commenti