Gattuso, da dove nasce la sua rivoluzione

Why always me?

Eppure, al suo primo anno di Serie A, lanciato 18enne dal “Profeta” Giovanni Galeone, retrocesse in B con gli umbri; o meglio, fuggì letteralmente dalla finestra per arruolarsi nei Rangers del generale Walter Smith, reduci da 6 titoli consecutivi. Ebbene in quella stagione 1997-98 gli scozzesi dovettero inchinarsi al Celtic, perdendo anche la finale di Scottish Cup. E al rientro in Italia, con la Salernitana – indovinate un po’? – di nuovo giù, in Serie B. Ma anche a Salerno – sia con Delio Rossi che con Francesco Oddo, papà di Massimo – Rino aveva dato tutto, convincendo il Milan, la squadra per cui tifava da bambino, di regalargli una chance. Sarà così che i rossoneri – freschi dello scudetto di Zac – non vedranno l’ombra di un titulo per tre anni. Che, a quel punto, il ragazzo fu assalito da un dubbio: “Ma non sarò io a portare sfiga?“. No, se è vero che in seguito si riempirà la pancia di trofei da protagonista indiscusso: ma senza quelle “mazzate” non sarebbe diventato il campione che è diventato. 

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 467 volte