Morte Astori, Andrea Della Valle distrutto: “Era un vero capitano, voleva chiudere la carriera qui”

FIRENZE – In 500 hanno voluto accogliere la Fiorentina di ritorno da Udine con la morte del cuore per l’improvvisa morte di Davide Astori. I tifosi viola hanno applaudito sommessamente uno ad uno i calciatori, lo staff tecnico e il medico del club gigliato, mano a mano che scendevano dal pullman, dopo aver fatto ingresso nel centro sportivo viola in zona stadio Franchi. Presente anche il patron gigliato, Andrea Della Valle, apparso stravolto: “Doveva rinnovare lunedì, voleva chiudere la carriera a Firenze – rivela -. Era un punto di riferimento per tutta la squadra. Prima di Bologna avevamo fatto una chiacchierata di mezz’ora, era riuscito spiegarmi e a raccontare tutto di questa Fiorentina. Mi aveva parlato dei ragazzi nuovi, sembrava l’allenatore, il direttore sportivo. È dura, cercate di capire il nostro stato d’animo, ma bisogna andare avanti. I ragazzi dovranno avere la forza di reagire per lui e i suoi familiari. Sono orgoglioso di averlo conosciuto, c’era un rapporto particolare con lui, ci mancherà per sempre, a tutti noi, a tutta Firenze. Era un vero capitano, era veramente un uomo speciale”.Andrea Della Valle: “Siamo tutti sconvolti, è una prova dura per tutti…” Fonte: Repubblica.it

Commenti