Di Biagio fa le prove, 4-3-3 e Jorginho regista

È l’anno zero per la Nazionale italiana, pronta a scendere in campo venerdì per la prima volta dopo la clamorosa sconfitta ai playoff dei Mondiali contro la Svezia. Gli Azzurri ripartono in questo 2018 da Gigi Di Biagio, successore in panchina di Gian Piero Ventura che si giocherà la possibile permanenza come Commissario Tecnico nelle due amichevoli di lusso contro Argentina e Inghilterra. Venerdì, a Manchester, Buffon e compagni affronteranno proprio la Selecciòn di Leo Messi, che sarà una delle più attese protagoniste dell’estate russa.

Probabile formazione Italia: le scelte del CT Di Biagio

A meno di 48 ore dal match dell’Etihad Stadium e dopo due giorni di prove tattiche a Coverciano, per Di Biagio ci sono diversi dubbi e qualche certezza. La prima di queste è il modulo, sul quale ci sono sempre stati pochi dubbi: un 4-3-3 che rispecchi nella maniera più fedele possibile quello che la serie A sta proponendo. La seconda è una diretta conseguenza: il regista titolare sarà Jorginho, ovvero il playmaker della squadra che meglio di tutte interpreta questo sistema tattico. Al suo fianco, come mezzala sinistra, l’altro possibile titolare nel ruolo di regista, ovvero quel Verratti che ha già dimostrato di potersi decentrare nel ruolo di interno per lasciare spazio a un altro tipo di centrale. Con loro, nel ruolo di mezzala destra, Parolo sembra favorito su Pellegrini (anche lui intereprete perfetto del 4-3-3). In avanti, il tridente sarà composto da Candreva a destra, Insisgne a sinistra e Immobile più di Belotti come prima punta. Qualche problema in più Di Biagio lo avrà in difesa, privata all’ultimo momento sia di Romagnoli che di Chiellini. Bonucci ci sarà, al suo fianco, soprattutto per una questione di piedi, il favorito sembra Ogbonna, che col suo mancino si integra meglio col 19 del Milan. A destra Florenzi, a sinistra Darmian favorito su Spinazzola.

Fonte: SkySport

Commenti