Atletico, Fernando Torres dice addio dopo 10 anni

Fernando Torres lascia l’Atletico Madrid. Ad annunciarlo è stato lo stesso giocatore, comunicando con dispiacere la decisione di abbandonare la squadra per la quale ha sempre tifato, quella che l’ha lanciato nel grande calcio, dopo 10 anni. I trofei Torres li ha conquistati tutti altrove, ma il suo cuore è sempre stato a Madrid. Con i Colchoneros a 18 anni ha fatto il suo esordio da professionista, un anno dopo era già capitano. Poi tantissimi gol, 82 in 214 partite, nella prima esperienza in maglia biancorossa. Dunque il trasferimento in Premier, dove ha fatto innamorare i tifosi del Liverpool. Meno bene è andata invece la sua avventura con il Chelsea, almeno dal punto di vista personale. Con i Blues in generale ha infatti ha messo in palmares sia la Champions che l’Europa League, prima di decidere di far ritorno a casa sua nel gennaio 2015 dopo sei mesi da comparsa in Italia, al Milan. Tutto senza dimenticare le gioie in Nazionale, con l’Europeo 2008 deciso da una sua rete in finale contro la Germania, e poi ancora la vittoria del Mondiale in Sudafrica e del secondo campionato europeo di fila. Ora però è arrivato il momento di mettere fine alla sua relazione con l’Atletico: “Non è stata una decisione facile – ha spiegato El Nino -. Per me è molto difficile dire addio per la seconda volta, perché la mia idea era ritirarmi qui, ma le cose non vanno sempre come desideri. Mi sentivo però in dovere di dirlo in anticipo ai miei tifosi. Abbiamo ancora un mese da passare insieme e dobbiamo godercelo. Devono sostenere la squadra e speriamo che alla fine arrivi anche un trofeo”.

Fonte: Sky

Commenti