Ritchie ribalta l’Arsenal, vince il Newcastle 2-1

Lacazette, non basta un lampo

Come dicevamo, apertura di gara tutta in favore dei Gunners che hanno saputo imprimere un ritmo forsennato alla gara. Qualità nel palleggio e attacco feroce della profondità: come in occasione della rete del vantaggio quando Aubameyang ha trovato spazio sulla sinistra e ha pennellato un pallone d’oro per Lacazette. Il francese in scivolata al volo ha battuto Dubravka. Colpito nell’orgoglio e sospinto dai suoi tifosi, il Newcastle non si è scoraggiato, tutt’altro. Ha messo in campo cuore e buone idee di gioco: spettacolare il pari di Ayoze. Azione manovrata sulla destra, cross in mezzo, teso, di Kenedy e grande anticipo sul primo palo dell’attaccante di Benitez che non ha lasciato scampo a Cech. Fase finale di primo tempo sul filo dell’equilibrio ma inerzia tutta favorevole ai Magpies.

Ritchie e Kenedy incubi di Wenger

Nella ripresa il Newcastle ha fatto subito intendere di voler conquistare la partita. L’aggressività sui portatori di palla di Wenger è aumentata e anche le azioni pericolose costruite sono state più efficaci. La difesa dell’Arsenal è andata sovente in difficoltà e Cech da una parte e l’imprecisione degli avanti del Newcastle hanno solo rimandato la rete del vantaggio Magpies. Azione da sinistra con una seconda palla raccolta dal Newcastle e difesa dell’Arsenal a guardare: Ritchie si è trovato praticamente solo davanti a Cech e con un bel tocco ha ribaltato il match. Sul 2-1 in favore del Newcastle, in qualche modo, l’Arsenal ha provato a reagire esponendosi alle ripartenze avversarie. Kenedy avrebbe potuto chiudere la partita ma la traversa gli ha negato la gioia del gol. L’Arsenal si è svegliato nel finale e ha provato a schiacciare il Newcastle nella propria metà campo ma la squadra di Benitez si è difesa con ordine senza correre grossissimi rischi. L’Arsenal perde e, come dicevamo, deve guardarsi alle spalle, per il Newcastle tre punti che valgono il decimo posto in classifica.

Fonte: Sky

Commenti