Gli interventi di Francesco Montervino e Ciro Venerato a Radio Crc

A Radio Crc nella trasmissione “Si Gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Francesco Montervino, ex calciatore

“E’ vero che numericamente la rosa del Napoli è inferiore rispetto all’anno scorso, ma il gruppo forte di 12/13 elementi sono molto migliorati, tanto da portare 8 punti in più. Non credo che il campionato sia finito, ma tutto passa da Torino. Quella partita indicherà la strada per il finale di stagione anche perchè negli 11 titolari, il Napoli non è inferiore alla Juventus.

Partite facili non ce ne sono più e bisogna rendersi conto che per diventare una società vincente bisogna gestire al meglio anche le partite sporche come può essere quella di stasera con l’Udinese.

Il Napoli ha fatto tantissimo ed è ovvio che adesso la stanchezza si fa sentire, ma alla luce di tutto ciò, credo che Rog avrebbe potuto giocare di più e lo stesso Maksimovic non credo sia poi così scarso”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si Gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Ciro Venerato, giornalista

“Non credo sia giusto sminuire la stagione del Napoli, se chiudesse il campionato al secondo posto.

Più che del futuro di Sarri, mi soffermerei sul progetto tecnico che ha in mente De Laurentiis. La Juventus non ha Messi o Cristiano Ronaldo, ma sui 22 uomini, ha la rosa più forte d’Europa e nessun’altra squadra può permettersi di avere ricambi forti come i titolari.

Emery? De Laurentiis spera di trattenere Sarri, ma se per una serie di motivi le strade dovessero separarsi, la società sta vagliando dei profili alternativi e l’allenatore che piace al patron è Emery. Piace perchè ha esperienza e sullo stile Benitez potrebbe attrarre giocatori importanti. Oltre a Emery, non vanno dimenticati Giampaolo e Fonseca”.

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Commenti

Questo articolo è stato letto 590 volte