Milan-Benevento LIVE: formazioni ufficiali

STATISTICHE & CURIOSITA’

La gara di andata, pareggiata per 2-2 con un gol di Brignoli al 95°, è stata la prima di Gattuso sulla panchina del Milan in Serie A. Il Milan ha vinto solo due delle ultime sette partite di campionato contro squadre neopromosse: tre pareggi e due sconfitte. Il Milan non pareggiava quattro gare di fila in uno stesso campionato di Serie A dall’aprile 1994 – solo nel 1947 i rossoneri sono arrivati a cinque di fila. Il Milan è imbattuto nelle ultime sette partite casalinghe di campionato (4V, 3N), parziale in cui i rossoneri hanno mantenuto quattro volte la porta inviolata. In tutte le ultime sei partite del Benevento si sono segnati almeno tre gol: 27 reti in totale, una media di 4.5 per incontro. Dopo 15 sconfitte esterne consecutive il Benevento ha ottenuto il primo punto fuori casa in Serie A nell’ultima trasferta contro il Sassuolo. I campani hanno infatti realizzato un solo punto in trasferta in questo campionato: sono la formazione dei cinque maggiori campionati europei che ne ha conquistati meno fuori casa – almeno quattro in meno di qualsiasi altra squadra. Il Benevento ha subito gol in tutte e 16 le trasferte finora giocate in Serie A: 41 reti incassate in totale, peggior difesa esterna del campionato. Qualora non vincesse a San Siro, il Benevento sarebbe retrocesso con quattro giornate di anticipo. Il Milan è, con la Fiorentina, la squadra che ha segnato più gol nei primi 10 minuti di partita di questo campionato (sette). Il Benevento ha concesso 78 gol in questo campionato: l’ultima squadra a concederne di più dopo 33 partite è stata la Pro Patria nel 1955/56 (87). Sia Milan che Benevento hanno segnato sette gol su sviluppo di corner: per il Benevento è record in percentuale nel campionato (25%, sette su 28 totali). I campani hanno subito 24 gol da palla inattiva, un record negativo di questo campionato. Nessuna squadra ha perso più punti da situazione di vantaggio del Benevento: ben 20. Solo quattro volte (su 31 totali) il Benevento è riuscito a recuperare punti da situazione di svantaggio in questo campionato: una proprio nella gara di andata. Solo il Napoli (tre) ha perso meno punti da situazione di vantaggio del Milan (sei) in questa Serie A. Il Benevento è la formazione che ha subito più gol di testa in questo campionato (15), ma il Milan non segna di testa in casa in A dal 28 gennaio contro la Lazio (Bonaventura). Il Milan è l’unica squadra di questo campionato ad aver distribuito fin qui equamente i proprio gol tra primo e secondo tempo: 22 per frazione. Il Milan è, al pari dell’Inter, la squadra che ha subito meno gol nei primi 15 minuti di gioco in questa Serie A (solo due), mentre il Benevento ne ha subiti 34 nell’ultima mezz’ora, almeno nove più che qualsiasi altra squadra in quella frazione di gioco. Il Milan è la terza squadra del campionato sia per tiri totali (543, dietro a Napoli e Roma), che per cross su azione (560, dietro a Inter e Roma). I sanniti hanno subito otto gol da giocatori entrati dalla panchina in questo campionato, nessuna squadra del torneo in corso ne ha subiti di più da giocatori subentrati. Gli ultimi sei gol del Milan in campionato sono stati segnati da sei giocatori diversi. Il Benevento è la squadra che ha utilizzato più giocatori in questo campionato (38) e una delle tre (con Napoli e Udinese) che ha mandato in gol più giocatori (15); il Milan è invece una delle due, con l’Inter, ad averne utilizzati di meno (22). Il miglior marcatore in campionato del Milan da quando Gattuso allena i rossoneri è Giacomo Bonaventura: sei reti, la prima proprio nel debutto del tecnico contro il Benevento nel match d’andata. Bonaventura è anche il miglior marcatore casalingo del Milan in questo campionato: quattro reti. Nikola Kalinic ha segnato solo due gol nelle ultime 18 presenze in campionato, uno dei quali proprio al Vigorito contro il Benevento. Dall’inizio del 2018, solo Reina (otto) ha mantenuto più volte la porta inviolata di Gianluigi Donnarumma (sette) in campionato. Donnarumma è l’unico giocatore del Milan sempre in campo in ogni minuto di questo campionato, Kessié il giocatore di movimento più utilizzato (32 presenze). Suso non ha mai trovato il gol nelle ultime 10 presenze di campionato: è il suo digiuno più lungo in carriera in Serie A. La prossima sarà la presenza numero 50 in Serie A per Fabio Borini. Andrea Costa ha già trovato una rete contro l’avversaria di giornata: il gol partita in Milan-Sampdoria 0-1 dell’agosto 2012. Quello di Alberto Brignoli nella gara di andata è stato il primo gol di un portiere in A da quello di Taibi in Reggina-Udinese dell’aprile 2001 e il gol più tardivo del Benevento nel massimo campionato (94 minuti e 3 secondi). Bacary Sagna ha giocato due volte a San Siro contro il Milan in Champions League, entrambe con la maglia dell’Arsenal: sconfitta 4-0 nel febbraio 2012 e vittoria per 2-0 nel marzo 2008. Lorenzo Venuti è il giocatore più utilizzato dal Benevento in questo campionato: 28 presenze, almeno tre in più di qualsiasi compagno di squadra. Tutti gli ultimi sei gol del Benevento sono stati segnati da Cheick Diabaté: nonostante l’ultima partita a secco la sua rimane la miglior media minuti/gol (minimo 5 gol) dei top-5 campionati europei (una rete ogni 54 minuti). De Zerbi ha incontrato in carriera due volte il Milan da allenatore in Serie A: oltre al 2-2 dell’andata, una sconfitta per 2-1 alla guida del Palermo nel novembre 2016.

Fonte: SkySport

Commenti