La notte di Gigi & Vale: 40 anni da Blues Brothers

Tu hai visto la Luce?  Lui ha visto la luce!

Quando l’ironia dissacrante di John Belushi e Dan Aykroyd illuminò il Saturday Night Live era il 22 aprile del 1978, che Gigi Buffon aveva appena visto la luce: nato da tre mesi (il 28 gennaio). Un anno più tardi, il 16 febbraio del 1979, ecco Valentino… e l’idea di trasformare quegli sketch televisivi in un film, ambientato a Chicago, che uscirà nel 1980: “The Blues Brothers”, per la regia di John Landis che aveva già diretto Belushi in “Animal House”. Se volessimo sforzarci di trovare qualcosa in comune tra le due “coppie” è il germe della “follia” che li associa, interpretata però – e per fortuna – in due versioni totalmente differenti: la genialità di Belushi non poteva prescindere dall’uso di droghe e gli sarà fatale; la ricerca del limite di un pilota rappresenta la sfida più affascinante, il senso della sua inclinazione, com’è rinomata la “sana” follia di un ragazzino che sceglie di diventare il portiere e tuffarsi nella solitudine dei numeri primi. Ma quella ricerca del limite si spinge ora oltre i limiti di età convezionalmente tracciati per uno sportivo, come se il tempo non fosse mai passato: è questa la vera – nuova – sfida che accomuna Gigi Buffon e Valentino Rossi, partiti “insieme” 23 anni fa nel loro viaggio parallelo tra campi di calcio e piste motociclistiche. 

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 591 volte